Redmi Note 7 Pro: arriva l’ok del TENAA con delle brutte notizie

Sicuramente il nuovo Redmi Note 7 Pro by Xiaomi è uno dei prodotti più interessanti che dovrebbero arrivare nel corso delle prossime settimane. È ormai da diverso tempo che ne parliamo, praticamente da dopo la presentazione del modello non Pro, con qualche avvistamento a destra ed a sinistra e con tanti puntini che forse solamente ora stiamo iniziando a mettere sulle i.

Diciamo questo perché proprio in queste ore sono arrivate delle importanti conferme dal TENAA. Per chi non lo sapesse è un ente incaricato della certificazione degli smartphone in alcuni paesi prima della loro commercializzazione ufficiale. Grazie ad esso infatti poi molto spesso veniamo a conoscenza di vari dettagli dei prodotti che possono essere anticipati rispetto all’evento o alla presentazione di lancio che comunque non tarda poi ad arrivare tutto sommato.

Secondo quanto è stato riportato in queste ore non ci sono delle ottime notizie per quanto ci si aspettava in merito al dispositivo in esame. Si era spesso parlato della possibilità di vedere un sensore per il riconoscimento delle impronte posto sotto al display e che fosse in grado di essere almeno affidabile quanto quello visto sul Redmi Note 7. Certo non ci potevamo attendere il livello massimo che Xiaomi offrirà sul Mi 9 appena presentato, però magari una via di mezzo che facesse comunque capire come si trattasse di un prodotto effettivamente Pro non soltanto nel nome. Invece no anche perché dalle foto poi emerse viene ulteriormente confermato come purtroppo sia presente un bel sensore al centro della scocca posteriore e che andrà poi ad occupare di quella che sarà la classica lettura a cui tutti noi siamo stati abituati. Per il resto non ci sono novità riguardanti la scheda tecnica che dovrebbe andare a confermare il nuovo Snapdragon 675, un prodotto Octa Core da 2.0 GHz di frequenza massima, che sarà poi aiutato dai vari tagli di memoria RAM a partire dagli ormai standard 3 GB per arrivare fino alla versione più estrema da ben 6 GB. Ovviamente per ogni taglio ci sarà una differente capienza della memoria interna fino a 128 GB ovviamente poi espandibile tramite la classica microSD. Per quanto riguarda poi la seconda ed importante novità, c’è anche qui la conferma dell’utilizzo del sensore Sony IMX586 come modulo principale e di un modulo secondario invece da 8 megapixel che sia in grado di aiutare in alcune situazioni particolari. Sempre presente sarà Android Pie 9.0 così come la grandissima batteria da ben 3900 mAh che sulla carta dovrebbe garantire una resa incredibile e che potrebbe ancora una volta fare invidia a moltissimi prodotti offerti sul mercato.

Insomma questo prodotto, il cui nome in codice è M1901F7BE, pare non avere ormai più alcun segreto ed anzi Xiaomi o meglio Redmi non dovrebbe fare altro che presentarlo e lanciarlo al mondo ufficialmente. Ci attendiamo in tal senso una novità nel corso di questa settimana con un annuncio che potrebbe arrivare proprio sul filo del rasoio di febbraio, ovvero il 28, così poi da poterlo lanciare anche su scala globale in tempi rapidi.

Quanto di voi stanno attendendo questo nuovo smartphone? La fila potrebbe già essere importante stando ai primissimi sondaggi.

Android