Huawei Mate 20 e quel traguardo da 10 milioni

Quando Huawei ha presentato al mondo la sua nuova famiglia dei Mate 20 nessuno avrebbe pensato che potesse fare così tanto bene al punto tale da raggiungere dei risultati e dei traguardi molto importanti in questo settore. In realtà possiamo dire che le basi per un 2018 straordinario erano già state poste nel corso della prima parte dell’anno con i vari P20 che tanto avevano convinto. Da lì è stato poi facile evolvere una generazione di prodotto già buona per ottenere poi una seconda serie di smartphone convincenti nello stesso anno.

Tuttavia va detto anche che i Mate 20 non hanno avuto tutta questa strada in completa discesa. Anzi sono stati moltissimi gli utenti che hanno segnalato più di un problema relativo al display che paradossalmente assumeva degli aloni verdi che non piacevano praticamente a nessuno (e ci mancherebbe visto anche il prezzo di vendita). La causa era stata imputata ad una partita non corretta di smartphone la cui colla adesiva per il display aveva fatto purtroppo una reazione non prevista e che ha portato infine al fastidioso problema. Ad oggi in realtà i forum sembrano essere tornati più quieti sulla questione, ma allo stesso tempo a differenza dei P20 qualche grattacapo qui c’è stato.

Questo non ha assolutamente impedito a Huawei di poter raggiungere il traguardo dei 10 milioni di dispositivi della serie Mate 20 venduti fino ad oggi. Parliamo sicuramente di numeri importanti per la società cinese soprattutto considerando che siamo circa a quattro mesi e mezzo dalla commercializzazione ufficiale dei prodotti citati. Ovviamente il traguardo prende in esame tutti i mercato in cui essi sono stati venduti per cui la zona ovest dell’Europa, la regione pacifica della parte Asiatica e via dicendo. Considerando i numeri va specie anche pensare che solamente lo scorso dicembre si era praticamente a metà di questo traguardo, quindi cinque milioni, frutto però della recente immissione sul mercato e quindi della novità generale. A gennaio si è poi raggiunto lo scoglio dei 7,5 milioni di prodotti ed oggi, a metà marzo, i tanto desiderati 10 milioni. Una crescita che secondo noi è anche da sottolineare come più che ottima, lineare e molto constante da questo punto di vista. Sicuramente il tutto è stato anche permesso da una svalutazione dei prodotti che forse quest’anno è stata meno pesante rispetto agli anni passati anche a conferma del cambio di pensiero nei confronti di Huawei da parte di tutti gli addetti ai lavori e degli utenti.

Possiamo quindi dire che il 2019 è partito alla grande per la società cinese che ricordiamo a fine mese ci mostrerà anche il suo prossimo futuro ovvero i nuovi Huawei P30 che tanto potrebbero fare ulteriormente bene e che potrebbe convincere. Le aspettative sono decisamente alte e l’opinione generale di Huawei ad oggi è ormai improntata verso una società da prendere come riferimento sotto vari ambiti. Samsung è stata avvisata e sappiamo come in questo 2019 potrebbe anche esserci il tanto discusso sorpasso nella classifica mondiale rendendo quindi il produttore coreano il secondo al mondo, in calo di una posizione proprio a causa del rivale cinese.

Android