Arrivano i Nokia 7.2 e Nokia 6.2 sono UFFICIALI ad IFA 2019

Anche Nokia ha voluto dire la sua in questa cornice dell’IFA di Berlino 2019 dove ha mostrato al pubblico due terminali Android interessanti che potrebbero poter dire la loro all’interno del rispettivo settore di mercato. Stiamo parlando del nuovo Nokia 7.2 e del Nokia 6.2 che analizzeremo meglio nel dettaglio.

Partiamo dal modello leggermente più performante, il 7.2. Nokia ha puntato molto su questo prodotto per quella che è la sua fascia media offerta sul mercato. Il dispositivo monta infatti un processore Snapdragon 660 di ultima generazione che permetterà al prodotto di avere delle performance di buon livello. Avremo a disposizione poi 4 GB di memoria RAM o 6 GB a seconda del modello scelto insieme a 64 o 128 GB di spazio interno con una memoria di tipo eMMC. Parlando del display avremo davanti ai nostri occhi un pannello da ben 6,3 pollici di diagonale con una risoluzione Full HD+ grazie ad un notch a goccia e non ad un foro o ad una camera pop-up. Interessante come ci sarà il supporto alla tecnologia HDR 10, non da tutti. Parlando invece delle fotocamere si è fatto anche qui un buon lavoro con un triplo modulo in grado di lavorare con una lente principale da ben 48 megapixel ed un sensore da 1/2″ con apertura focale pari a f/1.7. Il secondo modulo invece è da 8 megapixel con un’ottica grandangolare ed infine avremo un sensore da 5 megapixel dedicato al rilevamento della profondità di campo. Non mancherà il supporto al dual SIM 4G così come il Bluetooth 5.0 tutt’altro che scontato in questa fascia di prezzo ed una batteria capiente da ben 3500 mAh. Ovviamente a bordo Android 9.0 Pie con il supporto ad Android 10.

Prezzi? A partire da 299 euro nel modello con 4 GB di RAM e 64 GB di spazio interno nelle colorazioni Cyan Green, Characol e Ice.

Passando invece al modello 6.2 abbiamo uno dei più classici prodotti entry-level ma con un giusto rapporto qualità prezzo a nostro avviso. Partendo dal display avremo anche qui una scheda tecnica che prevede un pannello identico da 6,3 pollici di diagonale con risoluzione Full HD+ ed il supporto alla tecnologia HDR 10. Il processore in questo caso è invece uno Snapdragon 636  che dovrebbe comunque garantire almeno delle performance di buon livello grazie anche ai 3/4 GB di RAM messi a disposizione a seconda della configurazione scelta. 64 GB invece sono quelli dedicati allo storage interno espandibile tramite microSD. Anche qui avremo tre sensori che compongono la camera posteriore che avranno questa volta una forma circolare e non verticale come il precedente modello. Il modulo principale sarà da 16 megapixel con un’apertura pari a f/1.8, il secondario da 8 megapixel con un’ottica grandangolare ed infine uno da 5 megapixel dedicato alla profondità di campo. Batteria da 3500 mAh che dovrebbe garantire una buona resa ed anche qui Android Pie 9.0 con il supporto già promesso ad Android 10.

Prezzi? A partire da ottobre a 199 euro per il modello base e 249 euro per il modello di punta.

Android