Metal Gear Solid Remake: Snake e il Ninja tornano in un video da brividi!

Aspettando info dettagliate su Metal Gear Solid Remake, ecco un video in cui tornano a combattere Snake e il Ninja in una iconica scena del gioco!

Hideo Kojima è il papà della serie Metal Gear Solid così come la conosciamo. Personaggi iconici come Solid Snake, Big Boss, Meryl, Liquid Snake, Otacon, Vulcan Raven, Revolver Ocelot, Psycho Mantis, Sniper Wolf e decine e decine di altri sono nati dal suo cervello e tali rimarranno.

Certo è che i tempi cambiano e sappiamo bene che con essi anche  rapporti tra persone. Ora il creatore giapponese è a capo della Kojima production che, se un errore ha commesso, è quello di lasciare i diritti della saga di Metal Gear Solid interamente a Konami, ex sua azienda per la quale ha prodotto.

I rumors su Metal Gear Solid Remake sono sempre quelli ma, dopo aver visto come l’industria si stia dirigendo anche verso queste tipologie di giochi – e i fan recepiscono e sopratutto acquistano – Konami potrebbe prendere in serie considerazione di realizzarlo ed accelerarne lo sviluppo, con l’aiuto di Blue Point Games.

A proposito di questo team di sviluppo, proprio qualche giorno fa affermato che sta lavorando ad un remake iconico che arriverà abbastanza presto, che sia Metal Gear Solid Remake?

Nel mentre però, un fan di sempre della saga che di lavoro fa il Lead Facial engineering presso degli studi ludici secondari, ha realizzato e condiviso un video da lui stesso firmato che mostra una famosa ed iconica scena del gioco. Il tutto realizzato attraverso l’Unity Engine, un motore grafico infinitamente più evoluto di quello usato per realizzare il gioco sulla prima PlayStation.

La scena cult rielaborato con lo Unity Engine è quella del corridoio al secondo piano interrato del deposito delle testate, con il Cyborg Ninja che faceva a pezzi i soldati Next-Gen di Liquid Snake. Tutto questo, poco prima che Snake arrivasse sul posto, dopo il trambusto di spari e ingenti fiumi di sangue.

I volti, per intenderci, non sono dettagliati come quelli di Sam Porter Bridges in Death Stranding ma nemmeno pixellosi e a quadrettoni della PlayStation ad 16 bit! Snake è decisamente lui, con quella bandana scura inequivocabile e quella tuta antinfiltrazione che lo accompagnerà per tutto il gioco.

Personaggi e nemici sono davvero ben realizzati, addirittura con le voci originali dei personaggi, soldati inclusi! Questo lavoro è costato all’autore 7 mesi del suo tempo, dite che sarebbe il caso almeno di mettere un mi piace all’eccellente risultato?

 

Games