Google sta lavorando per offrire il supporto ufficiale di Steam sui Chromebook

I Chromebook sono ottimi dispositivi per svolgere diverse attività quando si è in mobilità, ma sono ancora indietro rispetto ai competitor quando si tratta di giochi e aree simili. Oggi, un nuovo report afferma che Google starebbe lavorando per portare il supporto ufficiale di Steam su Chrome OS.

Al CES 2020, Kan Liu, direttore della gestione dei prodotti per Chrome OS di Google, ha raccontato al direttore di Android Police, David Ruddock, che l’azienda sta lavorando per portare il supporto di Steam. Non esiste ancora una sequenza temporale ben definita, ma Liu ha confermato che il supporto sarebbe basato sulla compatibilità Linux di Chrome OS.

Tecnicamente, l’installazione di Steam è già possibile grazie a questa funzione, ma poiché il supporto non è ufficiale, le prestazioni spesso non sono eccezionali e i giochi funzionano anche peggio.

Ovviamente, la domanda più importante è se ale davvero la pena giocare sui Chromebook. La maggior parte dei modelli disponibili oggi monta CPU di fascia bassa e GPU con un’accelerazione 3D limitata. Liu afferma che le cose dovrebbero cambiare in futuro, citando specificamente l’arrivo di alcuni modelli AMD con grafica dedicata Radeon, mentre non è stata fatta menzione della possibilità di vedere GPU Nvidia.

La cosa più strana di tutta la faccenda è che Google stia lavorando per portare il supporto ufficiale di Steam, quando ha in casa un prodotto come Stadia, che invece potrebbe girare tranquillamente su qualsiasi ChromeBook, visto che il tutto avviene su server e non sulla macchina, senza quindi la necessità di avere un ChromeBook dalle alte prestazioni. Probabilmente neanche Google crede più di tanto in Stadia?

Games