Coronavirus: un nuovo report svela quale sarà l’impatto sull’industria tecnologica

La scorsa settimana vi abbiamo parlato delle nostre preoccupazioni riguardanti l’effetto che l’epidemia di coronavirus avrebbe avuto sul settore tech, ma oggi arrivano i primi report che purtroppo non sono incoraggianti.

TrendForce ha pubblicato un nuovo report in cui valuta il probabile impatto del Coronavirus 2019-nCoV avrà sulla produzione tecnologica. Il coronavirus ha già avuto gravi ripercussioni sul settore tecnologico come ad esempio l’annullamento del Mobile World Congress 2020.

Il report in questione è molto utile perchè va a suddividere le sue valutazioni dei singoli componenti e categorie di prodotti. Fornisce quindi un’ampia panoramica sul settore tech.

  • Smartphone: si prevede che la produzione diminuirà del 12% su base annua in questo trimestre, il che lo renderebbe il trimestre meno proficuo degli ultimi cinque anni. La catena di approvvigionamento richiede una grande manodopera e, per questo motivo, è pesantemente colpita dal blocco delle fabbriche in Cina. Ci saranno anche carenze importanti nella produzione di componenti come i moduli fotografici.
  • Fibre ottiche: diversi fornitori hanno sede a Wuhan, centro di origine dell’epidemia di coronavirus, e insieme rappresentano il 25% della produzione globale. L’implementazione cinese del 5G potrebbe quindi subire dei forti rallentamenti a causa della necessità di cavi in ​​fibra ottica nelle stazioni base di prossima generazione.
  • DRAM e NAND: questo mercato non dovrebbe subire grossi rallentamenti visto l’elevato livello di automazione nelle fabbriche di semiconduttori gestite da aziende come Samsung e SK Hynix.
  • Console: la produzione di console per videogiochi è stata fortemente colpita, ma la produzione delle console di prossima generazione non dovrebbe essere influenzata dall’epidemia: PS5 e Xbox Series X verranno lanciate durante le festività natalizie.
  • Altri dispositivi: smartwatch, notebook e altoparlanti intelligenti vedranno un notevole calo: qui l’impatto del coronavirus si farà sentire di più. Gli smartwatch sono destinati a scendere del 16 percento rispetto alle aspettative precedenti. Le vendite di dispositivi indossabili comunque sono generalmente molto più elevate nella seconda metà dell’anno.

Insomma la situazione non è di certo rosea per il settore tech, ma speriamo che il tutto possa risolversi nel più breve tempo possibile.

News