Un brevetto mostra lo smartphone Xiaomi con la fotocamera sotto al display

Letsgodigital ha pubblicato le prime informazioni, con tanto di immagini, circa il brevetto di Xiaomi riguardante la progettazione di uno smartphone con fotocamera sotto al display.

Xiaomi e Oppo sono stati tra i primi marchi nel giugno dello scorso anno a mostrare un prototipo di telefono con una fotocamera anteriore incorporata sotto lo schermo. Questa soluzione potrebbe diventare quella definitiva per eliminare del tutto l’adozione di tacche, fori o camere pop-up dagli smartphone del futuro.

Tuttavia, al momento della divulgazione dei primi prototipi, la qualità dell’immagine proveniente da una fotocamera sotto al display non era ancora sufficiente per essere una soluzione da adottare in un prodotto destinato alla vendita. La fotocamera non era ancora in grado di ricevere abbastanza luce attraverso il display, quindi le foto sembravano ancora relativamente scure.

Oggi LetsGoDigital ha riportato un brevetto di design in cui viene mostrato un modello di smartphone Xiaomi in cui questa nuova tecnologia è stata effettivamente applicata. Il 29 aprile 2019, lo Xiaomi Mobile Software di Pechino ha depositato un brevetto di design presso la CNIPA (China Intellectual Property Administration) per uno smartphone con fotocamera sotto al display. Il brevetto è stato approvato solo lo scorso 24 aprile 2020 ed è poi stato pubblicato nel database WIPO Global Design.

Per avere un’idea migliore del design brevettato, LetsGoDigital ha creato una serie di rendering utilizzando le immagini dei brevetti stessi. Abbiamo deciso di mostrarvele solo a scopo dimostrativo: si tratta solo di un mockup di un dispositivo a marchio Xiaomi.

Come potete notare, il design generale ricorda quello di uno Xiaomi Mi 9, come era accaduto con il primo prototipo, ma anteriormente notiamo l’assenza della notch e cornici ancora più ridotte. La capsula auricolare è posizionato sul bordo superiore dello schermo, mentre la fotocamera anteriore è nascosta sotto al display.

Dalla documentazione proveniente dei brevetti si può dedurre che la fotocamera frontale è posizionata al centro o a sinistra. Quando la fotocamera anteriore viene attivata, l’area dello schermo dove è presente il sensore diventa trasparente, consentendo all’obiettivo di catturare la luce attraverso il display stesso. Non appena la fotocamera è di nuovo inattiva, questa parte dello schermo torna ad essere riutilizzata normalmente.

Questo non significa che il primo smartphone Xiaomi a sfruttare tale tecnologia avrà questo design, visto che probabilmente la vedremo solo il prossimo anno con il futuro Xiaomi Mi 11.

Chi sarà la prima a rilasciare uno smartphone con tale tecnologia? Di recente si è ipotizzato che il Nokia 9.3 5G, previsto per il terzo trimestre del 2020, avrà una fotocamera sotto al display, ma al momento si parla solo di rumor e per ora l’azienda non hai mai parlato di tale tecnologia, come invece hanno fatto Xiaomi e OPPO.

Android