Redmi Note 9: spendete bene i vostri soldi! – RECENSIONE

Redmi Note 9 doveva percorrere le orme di Redmi Note 8. Il quale ha fatto dei numeri relativi alla vendite veramente importanti, ma probabilmente la nuova gamma, non venderà quanto la precedente. Perché? Scopritelo nella recensione completa.

https://youtu.be/3jQM15RB9jA

Design

design redmi note 9

Redmi Note 9 è uno smartphone abbastanza grande, complicato da usare con una sola mano. Misura infatti 162,3 x 77,2 x 8,9 mm per un peso che ammonta a ben 199 grammi. Trattandosi di un prodotto di fascia bassa, i materiali rispecchiano perfettamente la fascia di prezzo di appartenenza. Infatti sia il frame che la back cover sono realizzati in plastica. Proprio la plastica utilizzata per il retro dello smartphone, garantisce un grip abbastanza buono. In confezione però troviamo anche una cover in silicone che aumenta ulteriormente la facilità di utilizzo con una sola mano.

Sul retro troviamo un comparto lenti dal design unico. Ad oggi solo la nuova gamma Redmi ha optato per una soluzione con modulo fotografico quadrato, posto centralmente con le quattro fotocamere al suo interno. Subito sotto troviamo poi il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali. Perfettamente allineato alla scocca. Probabilmente se fosse stato più incavato sarebbe stato più semplice da reperire con l’indice in fase di sblocco.

Sul fronte invece trova spazio il grande display interrotto solo dal foro in alto a sinistra contenente la fotocamera anteriore per i selfie. I bordi attorno allo schermo non sono tra i più ottimizzati sul mercato. Insomma, si percepisce subito che ci troviamo davanti ad uno smartphone economico. Peccato, perché altre aziende sotto il punto di vista del design stanno lavorando molto meglio, pur rientrando nella medesima fascia di prezzo a cui appartiene questo Redmi Note 9.

Attenzione a scegliere la colorazione in fase di acquisto. Ne esistono due: una denominata Forest Green che è effettivamente verde. Questa proposta in recensione è chiamata Midnight Grey, ma come potete vedere. è palesemente blu. I giochi di luce che restituisce la back cover sono appaganti, molto particolari. Peccato però per le ditate che vengono lasciate sul retro dopo poco tempo di utilizzo.

Schermo

schermo redmi note 9

Il display di Redmi Note 9 è un pannello LCD da 6,53 pollici in risoluzione Full HD+ (2340 x 1080 pixel), aspect ratio 19,5:9 e protezione Gorilla Glass 5. Presente anche la certificazione TÜV Rheinland, la quale attesta il fatto che lo schermo è in grado di non affaticare troppo gli occhi.
La luminosità massima è nella media. Così come la qualità generale del pannello. Anche se i bianchi, tendono troppo al celeste.

Insomma un pannello poco più che sufficiente, il quale permette di guardare video e serie TV senza problemi.

Hardware

hardware redmi note 9

Sotto al cofano di Redmi Note 9 trova spazio un processore octa-core MediaTek Helio G85 da 2,0 GHz (2 x 2,0 GHz + 6 x 1,8 GHz), affiancato da una GPU Mali-G52 MC2 e 3GB di RAM LPDDR4X.
La memoria intera è da 64GB eMMC 5.1 (espandibili tramite microSD fino a 512GB).

Il SoC MediaTek in questione non brilla in performance, probabilmente una variante SnapDragon e almeno 1 GB aggiuntivo di RAM avrebbero reso questo Redmi 9 molto più appetibile, in quanto la fascia di prezzo d’appartenenza trova alcuni rivali proprio con queste caratteristiche.

Siamo lontani dal titolo di Best-Buy che ha ricevuto il precedente Redmi Note 8. Non perché questo Redmi Note 9 non sia valido, ma solo perché ci sono sul mercato delle alternative più valide. Tutto sommato parlando di prestazioni non possiamo lamentarci troppo, non possiamo non ammettere che qualche rallentamento e qualche bug durante il periodo di test lo abbiamo riscontrato, è possibile sfruttare lo smartphone per delle sessioni di gaming leggere, anche se nei titoli più pesanti i dettagli non sono al massimo.

Il comparto sensori è molto curato, troviamo infatti: accelerometro, sensore di prossimità che purtroppo ha ancora tanti problemi, durante le chiamate si rischia di lanciare qualche funzione involontariamente, la bussola e il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali, che funziona bene, è un sensore fisico posto sul retro dello smartphone. Lo abbiamo trovato un po’ difficile da raggiungere, in quanto è perfettamente a filo con la scocca, e al tatto non è semplice da individuare. C’è da dire però che è posizionato molto bene, e il dito casca lì. Praticamente sempre.

Audio

Il comparto audio sui prodotti Xiaomi è sempre più curato, nel corso degli anni è migliorato davvero tanto. Peccato però per l’assenza dell’audio stereo. Pur essendo mono, il volume è molto alto, e anche ad alti livelli il suono non distorce.

Per quanto riguarda l’audio in chiamata anche qui, molto alto e molto chiaro, l’interlocutore ci sente sempre molto bene.

Connettività

connettività redmi note 9

Presente il Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0 con A2DP/LE, USB-C 2.0 per la trasmissione dei dati e la ricarica, GPS A-GPS/GLONASS/BeiDou/Galileo e dulcis in fundo, anche il chip NFC per effettuare pagamenti direttamente dallo smartphone.

La ricezione è sempre al top. Come per tutti i prodotti Xiaomi. Ovviamente non ci troviamo davanti ad un prodotto 5G, ma il 4G+ non ci ha dato mai alcun tipo di problema, veloce ad agganciare il segnale sia per la connessione dati che per il Wi-Fi.

Software

miui 11

A bordo del Redmi Note 9, troviamo la MIUI 11 basata su Android 10. Al momento della recensione le patch di sicurezza sono aggiornate a maggio 2020.

La MIUI 11 la conosciamo bene: presenti le classiche gesture a schermo intero, la Dark Mode, la schermata Benessere digitale e la feature Secondo spazio sempre molto apprezzata. Redmi Note 9 verrà sicuramente aggiornato alla MIUI 12, della quale abbiamo realizzato un focus completo.

Xiaomi ha già inserito questo  smartphone nella lista di quelli che riceveranno l’update, quindi si può stare tranquilli da questo punto di vista.

Lato software abbiamo riscontrato solo un piccolo “difetto”. Ovvero le troppe applicazioni preinstallate sullo smartphone al momento dell’accensione. Come ad esempio Block Puzzle Guardian o i suggerimenti riguardanti il download di eToro o simili). Ovviamente abbiamo subito disinstallato le app di troppo, senza alcun problema.

Per il resto, la fluidità di sistema è nella sufficiente, anche se nel corso degli anni, Xiaomi ci ha abituati ad una reattività maggiore sui propri prodotti della fascia entry level rispetto ai competitors. Quest’anno invece la situazione si fa critica, la concorrenza è molto agguerrita.

Fotocamera

fotocamera redmi note 9

Xiaomi ha provato a sopperire alle mancanze hardware con il comparto fotografico. Troviamo infatti una fotocamera frontale da 13MP (f/2.25) e una quadrupla fotocamera posteriore da 48MP (f/1.79) + 8MP (f/2.2, ultra grandangolare, 118 gradi) + 2MP (f/2.4, per la profondità di campo) + 2MP (f/2.4, per le macro).

Sulle foto in condizioni di luce ottimali, non abbiamo nulla di negativo da segnalare. Tutti gli scatti hanno sempre un buon quantitativo di dettaglio. Specialmente con il sensore principale. L’HDR funziona bene e anche i selfie ci hanno convinto, facendo sempre riferimento alla fascia di prezzo d’appartenenza. Occhio però a disattivare completamente l’effetto bellezza, a patto che non vogliate sembrare delle bambole di porcellana. Appena la luce cala però, cala drasticamente anche la resa finale dello scatto. Vi consigliamo di sfruttare la modalità notte per le foto con poca luce, perché la resa finale della foto migliora un pochino. Selfie con poca luce appena utilizzabili. Niente di più.

Per quanto riguarda il comparto video, abbiamo una risoluzione massima, pari a 1080p/30fps e anche la camera anteriore arriva alla stessa risoluzione. Xiaomi ha deciso di non sbilanciarsi troppo e di non puntare sul 4K e sul 1080p/60fps e, sappiamo quanto sia difficile stabilizzare i video salendo con la risoluzione, quindi quella di Xiaomi potrebbe essere anche una scelta azzeccata.

Se non fosse che i video sono veramente sotto tono. La messa a fuoco è troppo pigra, durante i cambi di scena c’è un effetto rimbalzo veramente brutto da vedere (test video nella recensione video) e la fotocamera anteriore impasta completamente i colori durante la ripresa.

Speriamo vivamente che Xiaomi/Redmi riescano a migliorare e a risolvere tutti i problemi che affligono il comparto video, perché allo stato attuale, Giugno 2020, al momento della recensione lo smartphone non raggiunge nemmeno lontanamente la sufficienza lato video.

Batteria

batteria redmi note 9

Il vero punto di forza di questo smartphone è senza dubbio la batteria. 5020 mAh che si traducono in due giorni di pieno utilizzo, senza problemi. Anche stressando questo Redmi Note 9 durante il periodo di test, abbiamo sempre coperto la giornata lavorativa con più del 50% di autonomia residua. Veramente una batteria che non vi lascerà a piedi in poco tempo e che sopratutto non vi costringerà a girare con un powerbank nello zaino. E non è cosa da poco.

Prezzo e Conclusioni

Redmi Note 9 costa 199,90€ su Amazon. Il quale in seguito alle tante vendite è stato classificato come prodotto Amazon Choice. Non c’era che da aspettarselo da Xiaomi, il solito muletto tuttofare presentato al prezzo giusto.

Secondo noi però, quest’anno Xiaomi non è l’unica da tenere in considerazione. In quanto il prodotto è buono, si. Ma ci sono competitors molto agguerriti sul mercato che alla stessa cifra sono riusciti a portare sul mercato dei prodotti che riescono a garantire all’utente qualcosina in più.

Spendete bene i vostri soldi, in questa fascia di prezzo vi consigliamo caldamente di effettuare un’attenta indagine sui vari prodotti che la popolano. Perché ci sono delle scelte che potrebbero rivelarsi davvero interessanti.

7,3

Redmi Note 9 poteva essere il re indiscusso della fascia media, ricalcando le orme di Redmi Note 7 e Redmi Note 8, ma nel 2020 ci sono delle altre alternative da prendere in considerazione sulla fascia dei 200 €. Alcune nettamente migliori di questo smartphone.

  • Design
    7
  • Schermo
    7
  • Hardware
    6
  • Audio
    7
  • Connettività
    8
  • Software
    7
  • Fotocamera
    7
  • Batteria
    9
  • Qualità/Prezzo
    7,5
Recensioni