Google lancia Nearby Share, l’AirDrop di Android

Google ha annunciato la propria risposta alla funzione AirDrop di Apple. Nearby Share è ufficialmente in arrivo nei prossimi mesi.

AirDrop è sicuramente una delle funzionalità più amate dagli utenti Apple, grazie alla quale è possibile condividere file in pochi istanti con altri prodotti della mela. Quest’oggi Google ha confermato il lancio della propria alternativa specifica per prodotti Android. Ecco ufficialmente la nuova funzione Nearby Share.

Nearby Share AirDrop

La funzione Nearby Share è stata ufficialmente abilitata sull’ultima beta dei Play Services, dopo diversi mesi di voci e indiscrezioni. Con questa funzionalità ritroveremo anche su Android un nuovo e rapido metodo per scambiare file con i dispositivi nelle vicinanze, una funzione sostanzialmente simile alla controparte AirDrop di Apple. Sarà possibile selezionare il nuovo metodo di scambio direttamente mediante il menù di condivisione, che ci consentirà di sfruttare il bluetooth per scambiare i nostri file in tutta semplicità e rapidità.

Nearby Share AirDrop Screen

Grazie a Nearby Share potremo scambiare diverse tipologie di file come foto, video ma anche links e tanto altro. Una volta selezionata, il dispositivo andrà a ricercare i device nelle vicinanze per poi abilitare la trasmissione una volta selezionato il contatto desiderato. Non sarà tuttavia possibile, come per AirDrop, inoltrare file alla cieca in quanto il dispositivo ricevente dovrà essere abilitato alla ricezione e visibile. Una volta terminata la trasmissione il sistema operativo aprirà in automatico il file ricevuto. Al momento questa nuova funzionalità è disponibile in beta solo per pochi utenti ma Google ha intenzione di aprire ben presto a tutti questa nuova funzionalità.

Nearby Share richiede Android 6.0 o versioni successive e sarà supportata da Windows, Mac e Chrome OS. Cosa ne pensate di questa nuova funzionalità?

[via]

Android