Huawei Mate 40 e 40 Pro: ecco gli ultimi dettagli apparsi in rete

Mate 40 e 40 Pro avranno display ottimi, ma tradizionali. Ecco tutte le info emerse in rete.

Qualche tempo fa vi abbiamo anticipato le primissime informazioni sulla nuova serie Mate 40 di Huawei. Oggi arrivano nuove informazioni sui pannelli che monterà la serie e sulle fotocamere anteriori. Resta da scogliere il dubbio che riguarda i processori.

Mate 40

Di solito, Huawei lancia gli smartphone della serie Mate nel corso dell’autunno. Quest’anno, complici i problemi con TSMC, non è detto che l’azienda riesca a non disattendere le aspettative.

Attraverso un tweet di un noto leaker, arrivano oggi alcune informazioni interessanti sugli schermi degli smartphone che andranno a comporre la serie Mate 40.

In particolare, dal tweet ricaviamo un’importante informazione. Entrambi gli smartphone della serie Mate 40 monteranno sicuramente display oled curvi e, a differenza di quanto ipotizzato tempo fa, le fotocamere anteriori troveranno alloggiamento nei classici fori che abbiamo imparato a vedere fino ad oggi.

Il Mate 40 avrà bordi curvi “standard” ed un’unica fotocamera anteriore. Come il modello 30 Pro, anche il 40 Pro dovrebbe invece avere uno schermo “waterfall” e una doppia cam anteriore.

Il pannello del Mate 40 dovrebbe essere prodotto esclusivamente da BOE, storico partner dell’azienda cinese. Quelli di Mate 40 Pro dovrebbero essere invece prodotti e forniti da Samsung ed LG.

Per entrambi i dispositivi, non è detto che sarà presente lo sblocco facciale 3D. Questa è un’informazione che, sicuramente, trapelerà al ridosso del lancio della serie.

Resta invece da chiarire la questione processori. Il CEO di TSMC ha infatti dichiarato qualche giorno fa che, a partire dal 15 maggio, l’azienda non accetta più nuovi ordini da Huawei. L’azienda riceverà gli ultimi chip TSMC nel corso del mese di settembre. Non è chiaro se negli ordini già accettati da TSMC ci siano o meno i chip che andranno poi a comporre la serie Mate 40.

Una cosa sembra certa: per le scorte future di tutta la gamma di smartphone Huawei, l’azienda cinese deve cambiare fornitore o iniziare a produrre i propri chip in house. Anche riguardo questo punto, sicuramente, otterremo informazioni in futuro.

News