Sarà Microsoft ad acquisire TikTok in USA? – AGGIORNATO

Dopo l'incontro con Trump, Microsoft sembra abbia deciso di continuare le discussioni con ByteDance per l'acquisizione di TikTok negli Stati Uniti ed evitare il ban dell'app.

La scorsa settimana vi abbiamo la riportato la notizia che parlava di una possibile acquisizione di TikTok da parte di alcuni investitori per evitare il blocco dell’app negli USA. Negli ultimi giorni, però, nella trattativa si è inserita Microsoft.

microsoft tiktok

L’azienda di Redmond ha annunciato che continuerà le discussioni con ByteDance per l’acquisizione di TikTok negli USA dopo l’incontro tra il CEO di Microsoft Satya Nadella e il presidente Donald J. Trump. A quanto pare, il CEO sembra sia riuscito a rassicurare il presidente americano che aveva intenzione di bannare l’app. Se Microsoft dovesse acquisire TikTok per alcuni mercati, Nadella si impegnerà a portare avanti una completa revisione della sicurezza dell’app collaborando con il governo americano. Questo dovrebbe garantire la sicurezza della piattaforma per alcuni mercati, compreso quello americano.

Microsoft trasferirà tutti i dati privati degli utenti americani di TikTok su server presenti negli Stati Uniti e saranno quindi eliminati dai server attuali.

Quando potrebbe avvenire l’acquisizione?

Microsoft ha in programma di completare le discussioni con la società madre di TikTok nel giro di poche settimane. Precisamente, le trattative dovrebbero concludersi entro il 15 settembre 2020. L’intenzione di Microsoft è quella di acquisire il servizio TikTok negli Stati Uniti, in Canada, Australia e Nuova Zelanda. Qualora l’acquisizione dovesse andare in porto, per gli utenti non cambierà nulla. L’esperienza di utilizzo dell’app rimarrà la stessa, ma al contempo ci sarà più attenzione verso sicurezza e privacy.

Questa notizia, dopo quella dell’impegno da parte di ByteDance di trattare i dati degli utenti europei direttamente nel nostro territorio, dovrebbe mettere al sicuro la piattaforma. Insomma, dopo tutte le critiche arrivate da governi ed esperti, il caso TikTok sembra che sia in via di risoluzione.

AGGIORNAMENTO (04/07/2020):

Stando alle fonti cinesi, l’operazione potrebbe non andare in porto. Effettivamente, per come si sta sviluppando la vicenda, il governo cinese sembra voler opporsi all’acquisizione del ramo di ByteDance coinvolto nell’operazione. Le fonti parlano di una Cina che si sente quasi derubata dagli USA e, un’operazione del genere, potrebbe portare un grosso precedente negativo all’attivo.

Sicuramente, la data del 15 settembre resterà come “ultimatum” e nei prossimi giorni, ByteDance potrebbe rilasciare dichiarazioni ufficiali che chiariranno la situazione attuale. Restate sintonizzati per aggiornamenti.

News