OxygenOS 11: tutte le novità | VIDEO

Oggi diamo uno sguardo alla nuova OxygenOS 11 di OnePlus basata su Android 11.

La nuova OxygenOS 11 è arrivata in versione Beta su OnePlus 8 e OnePlus 8 Pro, e potrebbe essere la rivisitazione software più grande che l’azienda cinese abbia mai fatto.

Si dice che l’imitazione sia la forma più sincera di adulazione, però Samsung potrebbe sentirsi particolarmente presa in giro dal fatto che OnePlus abbia preso così tanti spunti dalla OneUI per realizzare la propria OxygenOS 11.

Non si possono negare le somiglianze tra le due interfacce, la Oxygen si è sempre contraddistinta per essere un software praticamente stock, e vederla in queste vesti, ci ha fatto un certo effetto. Positivo o negativo, non è ancora chiaro.

oxygenos 11 oneui

La strategia di OnePlus per il 2020 ci sembra abbastanza chiara, ma forse non rispetta a pieno il messaggio che l’azienda ha da sempre voluto lanciare. E speriamo di sbagliarci.

OnePlus è sempre stato un brand di nicchia, ma nel 2020 ha lanciato uno smartphone non top di gamma, si vocifera che potrebbero arrivare nuovi prodotti della linea Nord. Ha rivisto completamente la propria UI che l’ha resa tanto famosa tra gli appassionati, ma non dimentichiamoci OnePlus 8 Pro.

Leggi Anche: OnePlus Nord VS Google Pixel 4A: schede tecniche a confronto

Il primo smartphone dell’azienda ad arrivare ad un prezzo di vendita davvero fuori di testa per gli standard OnePlus. Insomma, forse un cambio di rotta per l’azienda cinese? Che sia la strada per trasformare un brand esclusivo in un brand di massa?

Darci delle risposte è veramente difficile, ma alcuni dei nuovi cambiamenti non sono davvero gravi e distanti dal messaggio che ha sempre cercato di far passare l’azienda.

Adesso però senza ulteriori indugi, è ora di analizzare la nuova UI che troveremo sui prossimi smartphone OnePlus, e che pian pian atterrerà anche su quelli attualmente in commercio.

Novità OxigenOS 11

Di seguito potete trovare tutte le novità che apporta la OxygenOS 11, e adesso andremo ad analizzare le più importanti nel dettaglio:

  • Nuovo design per le App (inclusi app Meteo, Launcher, Galleria, Note);
  • Nuovo layout di sistema per un utilizzo più comodo con una sola mano;
  • Always-on display e 11 nuovi stili di orologio;
  • Sfondo animato che cambia in base all’ora del giorno;
  • Nuovo font OnePlus Sans che migliora la leggibilità;
  • Dark Mode ottimizzata, inclusa la possibilità di accensione e spegnimento automatico e un collegamento nei Quick Settings;
  • 3 nuovi temi per la Zen Mode, più opzioni di temporizzazione e nuova funzione di gruppo per provare la modalità Zen con gli amici;
  • Nuova funzione nell’app Galleria che crea automaticamente una storia settimanale basata su foto e video;
  • Nuovo Menu Impostazioni che segue le linee guida della UI.

Nuove app di sistema

oxygenos 11 app
Fonte: 9To5Google

La nuova OxygenOS 11 ha modificato le proprie linee guida estetiche e funzionali per permettere agli utenti di raggiungere le porzioni più importanti delle app di sistema anche con una sola mano (Samsung insegna). Le app Messaggi, Galleria e Dialer sono state tutte modificate per sfruttare questa scelta grafica e funzionale.

Si vociferava che OnePlus avrebbe abbandonato la sua app Messaggi, a favore di Google Messenger, ma adesso, con questa rivisitazione grafica, non siamo sicuri che l’azienda confermi quanto trapelato in rete negli ultimi giorni.

oxygenos 11 app
Fonte: 9To5Google

Tuttavia, le app messaggi, il meteo, le note, la galleria e altre app di sistema, sono state ottimizzate per includere titoli dai caratteri più grandi nella parte alta dello schermo per tenere le funzioni più in basso.

Questo design aggiornato è molto coerente con il resto dell’interfaccia, ma per le app di terze parti? Non avremo mai un’uniformazione grafica e funzionale tra app terze e app di sistema probabilmente. Mancanza che si notava molto meno, con la precedente versione della OxygenOS.

Always-On Display

Probabilmente la funzionalità più richiesta dagli utenti OnePlus da tempo. A smartphone bloccato, si è in grado di ottenere informazioni chiave a colpo d’occhio senza toccare il telefono. Così funziona l’Always-On Display.

OnePlus però ha voluto fare di più. Collaborando con Parsons University, hanno tirato fuori il miglior AOD mai visto prima: caratterizzato da una timeline multicolore, che attraverso l’intersezione con l’orologio fornisce un’indicazione su quanto è stato usato lo smartphone durante la giornata e molto altro.

aod oneplus

OnePlus ha studiato in maniera intelligente la barra che compone la sua interpretazione di Always-On Display:

  • La porzione gialla della timeline mostra quanto è stato usato il dispositivo durante la giornata;
  • La totalità della timeline rappresenta l’intera giornata;
  • In cima trova spazio perennemente il numero di sblocchi effettuati durante la giornata;
  • Mentre in fondo ci sono le icone delle app che contengono delle notifiche.

Zen Mode 2.0

zen mode oxygenos 11
Fonte: 9To5Google

Staccare gli occhi dallo schermo dello smartphone ogni tanto fa bene, la modalità Zen è stata revisionata con il rilascio della beta finale della OxygenOS 11. Ora è possibile impostare la durata della modalità Zen in più incrementi, inclusa un’opzione dispari di 1 minuto. Potrete impostare limiti da 1, 20, 30, 40, 60, 90, fino a 120 minuti.

Ma non è tutto, la nuova Zen Mode è stata rivista graficamente per adattarsi alle linee della OxygenOS 11. Inoltre, probabilmente una delle nuove aggiunte più belle è la possibilità di entrare in una stanza in modalità Zen, e consentire agli altri utenti di OnePlus di unirsi alla sezione di “disintossicazione” da smartphone.

Live Wallpaper OxygenOS 11

wallpaper oxygenos 11
Fonte: 9To5Google

Forse la novità che passa più inosservata, ma la OxygenOS introduce un nuovo Wallpaper animato che cambia a seconda del momento della giornata. Se volete, potete scaricare la versione statica.

Cosa ne pensate della OxygenOS 11?

Questa è la terza beta uscita, quindi ormai il software è abbastanza definitivo. Vi piace? OnePlus ha lavorato bene secondo voi, o poteva fare di meglio. Queste erano le novità più importanti, ma appena arriverà la versione definitiva del software non ci preserveremo da un approfondimento.

News