Installare App Google su Huawei P40, P40 Pro e P40 Lite – Guida COMPLETA

Installare App Google su Huawei P40 e tutti gli altri smartphone Huawei del 2020 è possibile. Oggi vi spieghiamo come fare in questa guida completa.

Si possono installare le App Google su Huawei P40? E su gli altri smartphone Huawei? Assolutamente si. Oggi vi illustreremo la procedura completa. Così da permettervi di installare le Google Apps sul vostro smartphone Huawei in soli 6 semplici passi.

Come sicuramente saprete, abbiamo già recensito Huawei P40 Lite. e Huawei P40 Pro. Prodotti davvero ottimi, con un solo vero scoglio. L’assenza dei Servizi Google, ma vedremo oggi come rimediare a questa mancanza.

ATTENZIONE: il team di Teeech.it non si assume la responsabilità delle vostre azioni. Qualora qualcosa dovesse andare storto, non ci riterremo responsabili dell’accaduto.

Fatta questa breve premessa iniziamo.

1 – Requisiti

Per installare App Google su Huawei P40, o su qualunque altro Huawei senza i GMS (Google Mobile Services) avete bisogno di 3 cose fondamentali, oltre allo smartphone in questione:

  • Una chiavetta USB-C o un cavo OTG Type-C;
  • Un PC Windows (va bene anche un Mac, ma è consigliabile Windows);
  • Questo archivio scaricabile. Scaricatelo: HUAWEI_GMS_NEW.

Una volta scaricato l’archivio HUAWEI_GMS_NEW, decomprimetelo (se non avete un programma per decomprimere i file .ZIP potete scaricarlo da qui), e copiate le cartelle “Huawei” e “APKS” sulla chiavetta USB. Le altre cartelle possono restare sul PC.

Adesso aprite la cartella “ADB” nell’archivio HUAWEI_GMS_NEW sul vostro PC e installate i driver del tool avviando il file “ADB 1.4.3.exe”.

2 – Ripristino del Backup

A questo punto dovete ripristinare il backup sullo smartphone che è presente nella cartella “Huawei”, che avete spostato prima nella chiavetta USB.

Collegate la chiavetta allo smartphone e assicuratevi che venga riconosciuta tramite l’applicazione “Gestore File”. Una volta che lo smartphone ha riconosciuto la chiavetta USB, potete procedere in questo ordine:

  • Andate in “Impostazioni” dallo Smartphone;
  • Entrate in “Sistema e Aggiornamenti”;
  • Entrate in “Backup e Ripristino”;
  • Selezionate “Backup dei Dati”;
  • Selezionate “Memoria esterna”;
  • Concludete selezionando “Memoria USB”.

 

A questo punto il file di Backup da ripristinare è “Backup 28 Marzo 2020, 11:41”, nella schermata successiva selezionate “Ripristina”. La procedura dovrebbe richiedervi una password, in tal caso utilizzate questa:

androidgeek.pt2

Il backup in questione è stato effettuato da AndroidGeek.

Ripristinando il Backup installerete anche due applicazioni fondamentali (LzPlay e Ice Box)  per proseguire con l’operazione.

3 – Installare le App Google

Dallo smartphone aprite LzPlay e cliccate su “Attiva” per concede all’applicazione di accedere ai permessi amministratore. Date accesso a tutti i servizi, è importante.

Successivamente dovete svolgere questi passaggi in sequenza:

  • Uscite da LzPlay SENZA CHIUDERLA e aprite l’applicazione Gestione File;
  • Andate nella Memoria USB, poi nella cartella APK;
  • Installate le 4 applicazioni presenti nella cartella, nell’ordine dettato dai numeri tra parentesi che trovate nel nome dell’applicazione.

ATTENZIONE: A questo punto potreste ricevere notifiche da Google Play Protect nella barra di stato, Per proseguire vi basterà disattivarle.

4 – Opzioni Sviluppatore

Prima di cominciare ad usare il PC dovete attivate le Opzioni Sviluppatore e il Debug USB. Il menu delle Opzioni Sviluppatore, è un menu “nascosto”. Per accedervi, dovrete tappare 7 volte sul Numero Della Build dello smartphone. Per trovare questa voce potete seguire questi passaggi:

  • Aprite le impostazioni e aprite la voce “Info Telefono”;
  • Toccate 7 volte il Numero della Build;
  • Verrete avvisati da un popup che ora siete degli sviluppatori;
  • Tornate indietro nelle Impostazioni e aprite la voce “Sistema e Aggiornamenti”;
  • Qui troverete la voce “Opzioni per gli Sviluppatori”. Apritela;
  • In questa lista trovate la voce “Debug USB” e attivate l’opzione. Non concentratevi su altro.

Quando avrete attivato la voce “Debug USB” potrete rimuovere finalmente la chiavetta USB dallo smartphone.

5 – Attivare i Servizi Google

A questo punto dovrete utilizzare l’altra applicazione che è stata scaricata con il ripristino del backup, ovvero: Ice Box.

Vediamo come procedere:

  • Aprite l’applicazione;
  • Se compare un messaggio in cui vuole mostrarvi un tutorial premete su Cancel/Annulla;
  • Collegate lo smartphone al PC con il cavo dati e dallo smartphone selezionate “Trasferimento File”;
  • Comparirà il popup delle Impostazioni Sviluppatore che vi richiederà di consentire la connessione tramite Debug USB. Approvate e procedete.

A questo punto dovete accedere al Prompt dei Comandi, per accedervi andate nella cartella dove avete installato i driver di ADB e Fastboot (VEDI PUNTO 1) e cliccate su “cmd-here.exe”.

Vi si aprirà una schermata particolare, il Prompt dei Comandi che vedete qui sopra. Proprio come viene riportato a schermo, inserite il seguente comando nel Prompt dei Comandi (funziona anche con il copia e incolla):

shell adb sh /sdcard/Android/data/com.catchingnow.icebox/files/start.sh

A questo punto cliccate “Invio” sulla tastiera de PC, e se tutto è andato a buon fine, comparirà un messaggio con scritto: “Success”.

ATTENZIONE: NON SCOLLEGARE LO SMARTPHONE DAL PC!

Aprite l’applicazione IceBox e:

  • Aprite la scheda “System” e cercate “Google Services Framework”;
  • Fate tap su di esso;
  • Selezionate la voce Freeze nel menu che vi si è aperto.

Chiudete pure IceBox e aprite Google Account Manager, presente sulla Home Screen dello Smartphone. Ignorate le informazioni sulla versione precedente di Android toccando “OK”, entrate in “Memoria” e cancellate la cache e i dati.

6 – Configurazione Account Google

Sulla Home dello smartphone aprite “Google Play Store” e configurate il vostro account Google.

ATTENZIONE: SE AVETE LA PROTEZIONE TRAMITE AUTENTICAZIONE A 2 FATTORI. IL PRIMO TENTATIVO NON ANDRA’ A BUON FINE. RIPETETE LA PROCEDURA E TUTTO DOVREBBE FUNZIONARE.

Per finire, aprite nuovamente l’app IceBbox, selezionate di nuovo “Google Services Framework” e questa volta scegliete l’opzione Defrost dal menu aperto.

Complimenti!

Avete installato con successo i Google Mobile Services ed il Play Store sul Huawei P40 Lite. Adesso non vi resta che installare tutte le altre app direttamente dal Google Play Store.

ATTENZIONE: OGNI VOLTA CHE INSTALLERETE UN’APPLICAZIONE GOOGLE DALLO STORE, COMPARIRANNO DELLE NOTIFICHE RIGUARDANTI GOOGLE PLAY PROTECT, IN QUANTO STATE USANDO UNO SMARTPHONE NON CERTIFICATO.

Per risolvere il problema, vi basterà:

  • Fare un leggero swipe da destra verso sinistra sulla notifica;
  • Cliccare l’ingranaggio che viene fuori;
  • Cliccare su “Altre Impostazioni Notifiche”;
  • Si aprirà un elenco, cercate “Notifiche di Google Play Protect”;
  • Togliete la spunta alla voce “Consenti Notifiche”.

In questo modo sarete liberi di scaricare qualunque applicazione dal Google Play Store senza incappare in avvisi e notifiche fastidiose.

Grazie a questa guida potrete installare applicazioni come: Gmail, Google Maps, Google Drive, Google Foto, e tutte quelle applicazioni che necessitano dei Google Mobile Sercives per girare correttamente su uno smartphone.

Unico inconveniente è l’assenza dei DRM. In parole povere non potrete sfruttare Google Pay o i vari servizi di streaming come ad esempio Netflix.

Alternativa

Se per qualunque motivo, non volete seguire questa guida, ma siete comunque interessate a scaricare le applicazioni non presenti su App Gallery di Huawei, potete seguire la nostra guida, che vi spiega come utilizzare Trovapp. Ma attenzione, perché con questa guida, no riuscirete comunque ad installare le app che richiedono i Google Mobile Sercives.

Aggiornamento: procedura semplificata – VIDEO

  • Scaricate questo file .ZIP sul Computer;
  • Estraete i file e copiate il contenuto sullo smartphone tramite chiavetta USB-A / USB-C;
  • Aprite App gallery dallo smartphone e aggiornate l’applicazione “Backup” di Huawei;
  • Inserite la chiavetta nello smartphone;
  • Aprite le impostazioni e ripristinate il backup (impostazioni > sistema e aggiornamenti > ripristina backup > memoria esterna > memoria USB);
  • Selezionate il file di backup, relativo ad un Mate 30 Pro;
  • Per ripristinare il backup vi verrà richiesta un password. La seguente: a1234567890;
  • Attendete che lo smartphone venga riavviato;
  • Troverete 3 nuove app nella home dello smartphone, ma non consideratele per adesso;
  • Andate in: Gestore File > Memoria esterna > Huawei (ovvero la cartella che avete copiato in precedenza sulla chiavetta);
  • Installate i primi 4 pacchetti in ordine cronologico;
  • Tornate alla Home e aprite LZPlay, ovvero una delle 3 applicazioni che vi siete ritrovati sulla Home dopo aver ripristinato il Backup;
  • Consentite e attivate tutte le richieste dell’applicazione e cliccate sul pulsante azzurro con le scritte cinesi;
  • Andate in: ImpostazioniAggiungi Account;
  • In questa fase aggiungete TUTTI gli Account Google che vorrete tenere sullo smartphone. Attenzione perché una volta confermata l’operazione non se ne potranno aggiungere di nuovi;
  • Tornate nel Gestore File e installate il quinto pacchetto dell’elenco, ovvero i Google Services Framework;
  • Tornate alla Home e provate ad aprire il Play Store. Se non dovesse funzionare (molto probabile) non vi resta che riavviare lo smartphone;
  • A riavvio completato provare ad aprire nuovamente il Play Store, SENZA INSTALLARE ALCUNA APPLICAZIONE;
  • Andate su: Impostazioni > App > App > Cercate “Google” nella barra di ricerca > Tappate sui Google Play Services > Tappate su “Termina” e poi su “Disinstalla”;
  • Aprite di nuovo il Gestore File e andate in: Memoria USB > Huawei > Installate il pacchetto numero 6;
  • Il pacchetto in questione è una versione MOD dei Google Play Services che vi permetterà di avere tutti i servizi Google configurati a dovere;
  • Ignorate le eventuali notifiche relative a Google e ai vari servizi;
  • Andate in: Impostazioni > App > App > 3 puntini in alto a destra > Mostra Processi > Google Services Framework > “Termina” e “Disinstalla”;
  • Lo smartphone verrà completamente bloccato. Tutto regolare, niente panico;
  • Riavviate lo smartphone;
  • Tornate alla stessa posizione in cui si è bloccato lo smartphone;
  • Cliccate su: Memoria > “Cancella Cache” e “Cancella Dati”;
  • Aprite il Play Store e accertatevi che tutto sia funzionante, SENZA INSTALLARE APPLICAZIONI;
  • Attivate la Modalità Aereo;
  • Andate in: Impostazioni> App > App > Google Play Services > “Disinstalla”;
  • Aprite di nuovo il Gestore File e andate in: Memoria USB > Huawei > Installate il pacchetto numero 7;

IMPORTANTE: quest’ultima installazione va fatta con la Modalità Aereo attivata, altrimenti la procedura non andrà a buon fine.

  • Riavviate un’ultima volta lo smartphone;
  • Staccate la chiavetta;
  • FINE!

La procedura è un po’ macchinosa, ma attualmente è l’unica operazione funzionante per installare App Google su Huawei P40.

Android