Alternative a Whatsapp: Telegram, Signal e non solo! – VIDEO

State cercando le migliori alternative a Whatsapp perché non volete accettare i nuovi termini sulle condizioni d'uso? Bene, ci pensiamo noi a surgerirvele.

Se state cercando delle valide alternative a Whatsapp, perché non volete accettare le nuove condizioni per l’uso della piattaforma, siete nel posto giusto.

Ormai lo sappiamo, Whatsapp ha aggiornato i termini sulla Privacy, e l’integrazione tra Whatsapp e Facebook è ormai imminente.

Oggi siamo qui per mettervi al corrente delle migliori alternative a Whatsapp, perché ce ne sono. E come se ce ne sono.

Ma facciamo un passo indietro, perché gli utenti si lamentano delle nuove condizioni d’uso di Whatsapp? Cerchiamo di spiegarvelo in breve:

In primis, perché ovviamente sono obbligatorie, e maggiormente perché interrompono la promessa fatta nel 2014 da Mark Zuckerberg. Dopo l’acquisizione di Whatsapp da parte di Facebook. Ovvero:

“In base all’accordo raggiunto, WhatsApp continuerà ad operare in modo indipendente.”

Dall’8 febbraio invece non sarà più così, in l’informativa sulla privacy della piattaforma sarà rivista, in maniera permanente e verrà eliminata la possibilità di non condividere le informazioni del proprio account WhatsApp con Facebook per migliorare le proprie esperienze con le inserzioni e i prodotti di Facebook.

In pratica c’è la possibilità che le informazioni scambiate su WhatsApp possano arrivare anche a Facebook. In realtà, in base alla situazione attuale, in Europa la situazione dovrebbe essere più “mitigata” per via delle normative vigenti. WhatsApp e Facebook, così come Instagram fanno comunque parte della stessa famiglia.

Proprio per questo motivo, tanti utenti si stanno decidendo a fare le valigie per approdare su altre piattaforme di messaggistica. Whatsapp è ancora leader nel settore, contando più di 2 miliardi di utenti attivi. Purtroppo, tanti di questi utenti avranno dato il consenso alle nuove direttive sulla privacy, senza nemmeno leggerle. Ma è bene informarsi. Ecco perché esistono articoli come questo. A tal proposito, se aveste voglia di conoscere quali piattaforme potreste bazzicare, per staccarvi da Whatsapp, abbiamo un elenco pronto, tutto per voi. Lo trovate a seguire.

Migliori alternative a Whatsapp per Android e iOS

Abbiamo selezionato per voi alcune applicazioni che possono sostituire Whatsapp. Sono più sicure, gestite meglio, con funzionalità più interessanti. Tutte queste applicazioni sono disponibili sia per Android che per iOS. Quindi non importa da quale dispositivo stiate leggendo questo articolo. Anche voi potete provare tutte le app che trovate a seguire.

Telegram

telegram migliori alternative a whatsapp

Al primo posto non poteva che esserci Telegram, diretta concorrente di Whatsapp. Forse è l’alternativa che ci sentiamo più caldamente di consigliarvi. Anche Telegram sta apportando delle modifiche alla piattaforma, ne abbiamo parlato in un articolo dedicato, che vi consigliamo di recuperare. Per chi non la conoscesse però (quasi illecito) Telegram è un’applicazione di messaggistica istantanea che gode di un cloud con sincronizzazione istantanea. Ovvero, significa che si può usare la piattaforma su più dispositivi, anche contemporaneamente e si possono inviare un numero illimitato di contenuti. Dunque, anche se cambiate smartphone i vostri messaggii resteranno sempre sincronizzati, e non dovrete ricorrere a scomodi backup, come ad esempio è necessario fare con Whatsapp. Inoltre anche passando da un dispositivo Android ad uno iOS le chat non vanno perdute. In quanto il cloud funziona anche tra due sistemi operativi diversi. Possibile iniziare la chat 1 to 1 con crittografia client-server e chat segrete con crittografia end-to-end. La prima tipologia di chat può essere visualizzata su tutti i dispositivi. Le chat che appartengono alla seconda tipologia, che è più sicura. Possono essere visualizzate solo dal dispositivo da cui vengono avviate. Quest’ultime poi, prevedono la possibilità di inviare che si autodistruggono dopo un lasso di tempo impostato da noi. Anche Telegram come Whatsapp dispone dei gruppi (iscrivetevi al nostro). Che qui possono arrivare fino a 200 mila membri. Ma una delle caratteristiche più interessanti sono i canali (ne abbiamo due, uno di offerte, e uno sugli aggiornamenti tecnologici). Dei veri e propri spazi in cui l’amministratore può inviare messaggi a più utenti, senza che essi possano rispondere. Non mancano poi le video chiamate, al momento solo 1 to 1. Inoltre Telegram funziona come un vero e proprio social network. Quindi per inviare un messaggio ad una persona non serve avere il proprio numero di telefono. Basta conoscere il nickname. Ma c’è ancora tanto, tanto altro. Insomma, se non usavate ancora Telegram, è arrivato il momento di scaricarlo. Sia per Android, che per iOS.

Viber

viber alternative a whatsapp

Viber ha spopolato, seppur per un breve periodo nel 2010. Sembrava potesse diventare la concorrente di Whatsapp, ma poi è finita nel dimenticatoio. La piattaforma gode di crittografia end-to-end, di video chiamate in altissima qualità, inviare messaggi, foto e video e anche di condividere luoghi con gli altri utenti. Tutto completamente gratis. Inoltre è possibile anche contattare utenti che non sono iscritti alla piattaforma, ma solo se si dispone della funzione a pagamento chiamata Viber Out. Anche qui, presenti i gruppi fino a 250 persone e attualmente sono iscritti più di 1 miliardo di persone, con un forte calo di iscrizioni nel nostro paese. Peccato, perché l’applicazione è fatta davvero bene. Potete provarla sia per Android che per iOS.

Signal

signal alternative whatsapp

Signal sta veramente spopolando nell’ultimo periodo. L’applicazione non si ferma alla crittografia end-to-end. Bensì aggiunge altri protocolli di sicurezza, molto sofisticati. A differenza di Whatsapp, salva pochissimi metadati. Per chi non lo sapesse, i metadati sono tutti quei dati che fanno riferimento a data e ora di ricezione e invio messaggi, idem per le chiamate, l’ultimo accesso ecc… Anche qui ovviamente sono disponibili le video chiamate, le chat segrete, e pure i messaggi che si autodistruggono dopo un lasso di tempo preimpostato. Il numero di utenti che si iscrivono alla piattaforma è in costante aumento, attualmente si contano circa 20 milioni di account attivi, sia da dispositivi Android che da dispositivi iOS.

Wire

wire alternative a whatsapp

Chiudiamo il cerchio delle app gratuite, alternative a Whatsapp con un’applicazione che si chiama Wire. Servizio di messaggistica istantanea, lanciato nel 2014 in Svizzera. Totalmente open source che permette di scambiare messaggi di testo, messaggi vocali, file come foto e video in maniera del tutto sicura, grazie alla crittografia end-to-end. Le video chiamate sono gestite tramite una guest room e possono parteciparvi fino ad un massimo di 5 utenti contemporaneamente. Ogni account funziona su un massimo di 8 dispositivi, quindi come Telegram riesce a tenere in cloud le chat. Provatela, per Android e per iOS.

Threema

threema alternative a whatsapp

Threema non è un’applicazione gratuita, però è disponibile per Android e per iOS. Costa 3,99€. Anche questa app è stata sviluppata in Svizzera, la sua più grande peculiarità è la sicurezza. Infatti protegge conversazioni, chiamate e videochiamate con ben due livelli di crittografia: end-to-end ed un protocollo aggiuntivo dedicato alla salvaguardia della connessione tra l’app e i server. In comune con Signal ha la caratteristica di non conservare i metadati, ed in comune con Telegram e Viber anch’essa non necessita di un numero telefonico atto alla registrazione dell’account. Purtroppo, non essendo gratuita, l’applicazione rimane ancora sconosciuta alla gran parte dell’utenza.

Come vedete, esistono davvero tante alternative a Whatsapp. Più conosciute e meno conosciute, ma tutte assolutamente valide. Adesso sta solo a voi, capire se accettare i nuovi termini sulla privacy o migrare su un’altra piattaforma. Chiaramente Whatsapp continuerà a fare da capo stipite, e sarà difficile convincere le persone più vicine a voi a lasciare la piattaforma. Nonostante ciò ci sentivamo in dovere di mettervi a conoscenza di tutte quelle app sottovalutate, ma più sicure, con funzioni più interessanti, che potrebbero senza alcun problema sostituire Whatsapp.

News