Samsung Galaxy S21 Ultra: l’ultra-top di gamma per palati sopraffini – Recensione

Il nuovo ammiraglio della linea Galaxy S21 alza ulteriormente l'asticella della qualità. Ad oggi è sicuramente tra i migliori smartphone Android in circolazione, ma non mancano i compromessi.

Il Galaxy S21 Ultra è lo smartphone più costoso della lineup Samsung per questa prima parte del 2021. Un dispositivo che stacca qualitativamente i Galaxy S21 e Galaxy S21 Plus (di cui trovate qui una recensione) e si propone come una delle migliori opzioni per chi è alla ricerca di un premium smartphone. Se da una parte le innovazioni sono tante, dall’altra non si può non sottolineare qualche compromesso (accettabilissimo) presente anche in questo dispositivo. La nostra recensione.

Design

Uno degli aspetti su cui Samsung ha lavorato maggiormente, quest’anno, è senza dubbio il design: Galaxy S21 Ultra si ispira alle linee tradizionali della nuova famiglia S21, con l’iconica isola della fotocamera che in questo smartphone ospita addirittura cinque sensori differenti. Per la realizzazione sono stati scelti materiali di prima qualità quali il vetro, presente sia sul retro che sul fronte, e il metallo che rinforza il frame dello smartphone. Sul fronte uno schermo completamente privo di cornici, interrotto unicamente dalla fotocamera anteriore che è stata inserita al centro della barra di stato e che risulta assolutamente poco invasiva durante l’utilizzo.

Il peso non è tra i più contenuti, complici anche le dimensioni, e viene fissato a 227 grammi. Lo spessore è anch’esso generoso (8.9mm) anche se in mano il telefono si lascia comunque utilizzare in modo piuttosto agevole. Galaxy S21 Ultra assicura in ogni caso lo standard di certificazione IP68 per la resistenza ad acqua e polvere, una garanzia che sugli ultimi top di gamma Samsung non è mai venuta meno e che chiaramente anche quest’anno viene confermata.

Schermo

A bordo di Galaxy S21 Ultra troviamo uno schermo DynamicAMOLED 2X con risoluzione QHD+ e diagonale da 6.8 pollici. Si tratta di uno schermo particolarmente curato che offre un ottimo livello di dettaglio, un contrasto marcato e una saturazione generale alta ma non esagerata. I colori appariranno infatti naturali nella maggior parte delle circostanze e anche la visibilità esterna sarà garantita da una luminosità di picco pari a 1500 bits. Lo schermo mantiene una leggera curvatura ai bordi, assolutamente tollerabile e che non da alcun fastidio durante l’utilizzo. Apprezzabile anche il refresh rate dinamico che può andare da un minimo di 10Hz (ad esempio nei casi di pagina statica o con minimo movimento) fino a 120 Hz (particolarmente utili durante la riproduzione di film e giochi). Confermata anche la presenza della tecnologia Always-On per avere alcune delle informazioni sempre accessibili, anche a schermo spento.

Hardware

A bordo del nuovo Galaxy S21 Ultra troviamo, in Europa, il processore Exynos 2100 che si è rivelato la prima, vera, alternativa ai processori top di gamma di Qualcomm e realizzato con il processo produttivo a 5nm. In aggiunta troviamo una memoria RAM da ben 12 GB e 128/256/512 GB di memoria interna, purtroppo non espandibili a seguito della rimozione dell’apposito slot per le microSD. Una caratteristica che in passato Samsung non aveva mai sacrificato

A livello di connettività il Galaxy S21 Ultra annovera il WiFi 6, il 5G, il Bluetooth 5.2, l’NFC e una porta USB-C 3.1 che tornerà utile per la ricarica del dispositivo, per la sincronizzazione ed eventualmente per collegare delle cuffie via cavo. Inoltre viene confermata la compatibilità con la “modalità desktop” dei Galaxy, ossia Dex, in wireless. Manca invece il connettore jack per inserire le cuffie con cavo. Per quanto riguarda le SIM, il Galaxy S21 Ultra permette di utilizzare due SIM a cui affiancare, volendo, anche una eSim. Questo rende Galaxy S21 Ultra uno dei primissimi smartphone triple-sim in circolazione. La qualità in chiamata è generalmente buona, sia tramite la capsula auricolare che in vivavoce. Molto interessante l’opzione per il riconoscimento automatico delle chiamate spam direttamente nell’app Telefono del dispositivo.

Dalla confezione è scomparso l’alimentatore quest’anno (mossa che ha portato Samsung a cancellare il post ironico su iPhone 12) oltre alle cuffie che non vengono più incluse, anche se gli utenti che hanno acquistato per primi lo smartphone hanno ricevuto in omaggio le Samsung Buds Pro o Live. Buono anche l’audio offerto direttamente dallo speaker stereo che assicura una buona corposità dei bassi, un livello di volume quasi sempre sufficiente e una riproduzione molto fedele di tutti i toni durante l’ascolto.

Software

Galaxy S21 Ultra è mosso, come i suoi predecessori, da Android 11 personalizzato dalla One UI 3.0 di Samsung. Un’interfaccia che ha saputo evolversi nel tempo andando a rinunciare a qualche funzionalità per offrire agli utenti un’esperienza d’uso più semplice e intuitiva. Anche a livello di sicurezza Samsung svolge sempre un ottimo lavoro e infatti le patch di sicurezza sono aggiornate proprio a gennaio 2021. Nel complesso l’interfaccia si dimostra sempre sufficientemente snella durante l’utilizzo e permette buone opzioni di personalizzazione per gli utenti più smaliziati. Da segnalare, per gli utenti social, che con S21 Ultra si interrompe la partnership tra Samsung e Instagram che portava una migliore ottimizzazione, soprattutto riscontrabile nelle storie.

Fotocamera

Sul fronte della fotocamera Samsung ha lavorato davvero benissimo, prevedendo un modulo principale con sensore da ben 108 megapixel e con un’ottica equivalente a 26mm. A questa si aggiungono una grandangolare da 12 megapixel con un angolo di 120 gradi e un teleobiettivo da 10 megapixel con ingrandimento 3X e ottica equivalente a 70mm. La vera chicca è poi l’aggiunta, ulteriore, di un’ottica equivalente 240mm da 10 megapixel e con ingrandimento telescopico fino a 10X. Si aggiunge, infine, anche un sensore ToF sul retro del dispositivo, mentre la fotocamera anteriore è da 40 megapixel. Da segnalare che tutte le ottiche sono stabilizzate in modo ottico e questo è un beneficio sia per le foto in notturna che per i video.

La qualità delle foto ci è sembrata al vertice della categoria con ogni ottica utilizzata. Abbiamo particolarmente apprezzato il doppio teleobiettivo che offre una maggiore flessibilità, permettendo di scattare foto con ingrandimenti diversi ma pur sempre senza perdita di dettaglio. Ottima la grandangolare che ha un sensore sufficiente per ottenere scatti definiti e senza distorsioni strane, ne aberrazioni cromatiche. Anche i selfie sono particolarmente interessanti e uniscono un buon dettaglio con un apprezzabile effetto sfocato naturale.

Positivi anche i video che Samsung cura sempre con attenzione: messa a fuoco rapida e precisa, ottima gestione dinamica dell’esposizione e buona transizione “live” tra le varie fotocamere. La risoluzione massima “fruibile” a cui è possibile registrare i video è il 4K a 60 fps, ma in realtà lo smartphone è in grado di arrivare fino all’impensabile risoluzione 8K a 24 fps. Gli slow motion, infine, vengono realizzati fino a 480 fps e interpolati via software raggiungono i 960 fps.

Batteria

Su Galaxy S21 Ultra troviamo una batteria da ben 5.000 mAh che, grazie anche ai consumi ridotti dell’Exynos 2100, consente finalmente un’autonomia degna di un top di gamma. Non siamo ancora ai livelli di un battery phone, ma quanto meno con Galaxy S21 Ultra non dovremo più preoccuparci di caricare lo smartphone prima di chiudere la serata. Infatti, anche con un uso particolarmente intenso, la giornata si riesce a chiudere con circa il 10-15% di autonomia residua, il tutto con una media di 6 ore di schermo acceso. Chiaramente limitando l’utilizzo e attivando la modalità di risparmio energetico i risultati possono essere ulteriormente incrementati.

Lo smartphone supporta la ricarica rapida fino a 25W che consente di ricaricare la batteria del 50% in appena 30 minuti e del 100% in poco più di un’ora. Presente anche la ricarica wireless a 15W, eventualmente anche inversa per poter caricare un dispositivo terzo “regalando” batteria dal Galaxy S21 Ultra.

Prezzo e Conclusioni

Con un prezzo di partenza di 1279,00€ per la versione base con “soli” 128 GB (i prezzi salgono fino a 1459,00€ per la versione top) il Galaxy S21 Ultra si presenta come uno dei più costosi smartphone in circolazione, secondo solo ad iPhone 12 Pro Max. Pertanto è lecito attendersi molto da questo dispositivo e infatti Galaxy S21 Ultra non delude le aspettative e convince con un design ancora più ricercato, con prestazioni di livello e con una fotocamera che si conferma tra le migliori. La vera sorpresa è nell’autonomia – pazzesco, ma è così – che finalmente raggiunge le autonomie degli altri top di gamma. Nel complesso il Galaxy S21 Ultra è assolutamente promosso, con qualche riserva sui piccoli compromessi come la memoria non espandibile e la rimozione del caricatore.

9

Da uno smartphone così ti aspetti il meglio e Galaxy S21 Ultra mantiene praticamente tutte le promesse, offrendo prestazioni esaltanti, un’esperienza visiva appagante, una fotocamera al top e finalmente anche una buona autonomia. Peccato solo per la memoria non più espandibile, uno dei pochi, veri, compromessi di questo smartphone.

  • Design
    9,5
  • Display
    9,5
  • Hardware
    9,5
  • Connettività
    9
  • Audio
    9
  • Software
    8,5
  • Fotocamera
    9,5
  • Batteria
    8,5
  • Qualità/Prezzo
    8
Recensione