Huawei taglia la produzione di smartphone nel 2021 del 60%

Il futuro di Huawei è incerto: cosa accadrà all'azienda?

Per quanto ci stia provando, la Huawei che faceva tremare Apple e Samsung non c’è più. L’azienda cinese, dopo il ban del 2019 che le ha imposto l’abbandono dei servizi Google, ora cerca di contenere le perdite prevedendo di assemblare il 60% di dispositivi in meno rispetto agli anni precedenti.

Huawei

Non si tratta di un’informazione ufficiale, ma siamo certi che, in realtà, troverà conferma nel corso del 2021. Per quest’anno, Huawei prevede di assemblare il 60% di smartphone in meno rispetto allo scorso anno. Il motivo sono le vendite non entusiasmanti del 2020. Queste, trimestre su trimestre, hanno visto più che dimezzare i 189 milioni di dispositivi spediti previsti per lo scorso anno.

La causa è da rintracciare sia nei problemi di approvvigionamento di componenti fortemente influenzata dal ban USA che nella scarsa domanda di dispositivi per quel che riguarda i mercati in cui Huawei opera.

fondatore huawei
In foto, il CEO di Huawei Men Zhengfei

I problemi per l’azienda hanno coinvolto anche il comparto B2B con le infrastrutture 5G. Sono moltissimi i paesi occidentali che hanno deciso di limitare o escludere completamente la fornitura di BTS a marchio Huawei per la realizzazione delle nuove reti.

L’azienda sta cercando di smarcarsi del tutto dai problemi. Huawei è infatti al lavoro su HarmonyOS: un nuovo sistema operativo proprietario che sarà sì pienamente compatibile con le app Android, ma porterà un’esperienza tutta nuova. Passerà da qui la rinascita dell’azienda? Lo scopriremo presto anche con il P50: lo smartphone top di gamma per eccellenza dell’azienda che dovrebbe arrivare sul mercato nel corso delle prossime settimane.

Non è detta l’ultima sulla vendita della serie P e Mate: Huawei ufficialmente ha escluso questa possibilità senza tuttavia chiudere completamente questa porta. Questa strategia sarà attuata solo e soltanto se il comparto smartphone dovesse essere abbandonato completamente.

LEGGI ANCHE: Il fondatore di Huawei Ren Zhengfei delinea il futuro dell’azienda

Che ne sarà di Huawei? Riuscirà HarmonyOS a convincere gli utenti? Voi cosa ne pensate? Attendiamo numerosi i vostri commenti all’articolo.

News