TikTok si leva dai guai e accetta di pagare 92 milioni di dollari ad alcuni utenti

TikTok è protagonisti di uno dei risarcimenti agli utenti più alto della storia!

TikTok ha deciso di scendere a compromessi e risolvere un problema sollevato da una class action accordando il pagamento complessivo di 92 milioni di dollari. Un approccio da apprezzare fermo restando le responsabilità della piattaforma nei confronti degli utenti.

TikTok

Il caso

TikTok è protagonista di uno dei più grandi risarcimenti agli utenti relativamente a problemi di privacy. Nello specifico, dopo la fuga di dati che ha coinvolto più di 89 milioni di utenti, alcuni minorenni, l’azienda ha deciso di pagare ben 92 milioni di dollari per risolvere la class action mossa nei propri confronti.

Alcuni malintenzionati hanno avuto accesso ad alcuni dati privati di utenti TikTok e, una volta venuta a galla la vicenda, è stata avviata una class action. TikTok ha rivendicato la propria innocenza preferendo in ogni caso risolvere la questione in modo rapido.

La risoluzione di TikTok

ByteDance, pur dicendosi estranea ai fatti, ha deciso di accordare una risoluzione dopo un anno di battaglie legali. In particolare, l’azienda ha pagato 92 milioni di dollari per tirarsi fuori dalla battaglia legale e risolvere la questione una volta per tutte.

Il commento dei legali di TikTok

Katrina Carroll, legale dell’azienda, ha commentato in questo modo la risoluzione della controversia:

Questa risoluzione porta ad un risarcimento per gli utenti di TikTok e garantisce che il social rispetti la privacy dei suoi utenti anche in futuro. Tutti i social media sembrano innocui, ma la raccolta, l’archiviazione e la divulgazione di dati sensibili non è certo facile. I malintenzionati, ogni giorno, cercano di rubare i dati degli utenti nonostante le precauzioni prese dal punto di vista tecnico.

Conclusione

La vicenda porta alla luce un comportamento esemplare nei confronti dei propri utenti da parte di TikTok. Nella speranza che in futuro diventino sempre più rari i furti di dati sensibili, ci sentiamo di complimentarci con il social cinese vista la soluzione trovata per ripagare i propri utenti riguardo l’accaduto.

Netflix