Facebook, diffusi online i dati di 533 milioni di utenti

I dati di oltre 533 milioni di utenti Facebook sono stati ottenuti e pubblicati su un forum di hacking

Facebook è di nuovo nei guai. Una falla di sicurezza ha portato alla pubblicazione online dei dati personali di ben 533 milioni di utenti.

Facebook Logo

Facebook ID, nome, sesso, posizione, status sentimentale, occupazione, data di nascita, indirizzi email e numeri di telefono di 533 milioni di utenti sono così stati diffusi da un noto forum frequentato da hacker nel mese di giugno. Tra i numeri di telefono sono stati ritrovati persino dei vecchi numeri di Mark Zuckerberg, Chris Hughes e Dustin Moskovitz, alcuni tra i fondatori della stessa azienda. Curioso inoltre notare come i dati emersi evidenzino la presenza si Mark Zuckerberg sull’applicazione Signal, servizio rivale di WhatsApp e incentrato proprio sulla privacy.

I dati, rubati nel 2019, provengo dallo sfruttamento di una vecchia vulnerabilità di Facebook per l’aggiunta di un amico. Tale vulnerabilità è stata ora risolta ma l’azienda torna nuovamente sotto accusa per la gestione dei dati personali. L’azienda non è purtroppo nuova a falle di questo genere, sfruttate più volte in passato per ottenere informazioni e dati sensibili. Facebook ha tuttavia ufficialmente escluso l’hacking, affermando come tale mole di dati sia stata prelevata mediante tecniche di scraping.

Con 35 milioni di account l’Italia risulta ad oggi uno dei paesi più colpiti da questo data breach. Per quanto molte informazioni siano vecchie il nostro suggerimento è quello di prestare comunque attenzione a comunicazioni sospette sia tramite email che tramite sms. Questi ultimi possono infatti essere oggetto di attacchi di phishing o SIM swap, volti a ottenere il controllo della vostra cassetta postale o numero di telefono.

 

News