Smartband: guida all’acquisto – Luglio 2021

In cerca della smartband perfetta? Ecco la nostra guida all'acquisto!

Il mercato dei dispositivi indossabili è partito un pò in sordina, senza il boom che tutti si aspettavano, eppure negli ultimi anni questo tipo di dispositivi sta diventando sempre più richiesto e quasi imprescindibile. Questo boom è stato favorito anche e sopratutto dalle smartband, ovvero dei dispositivi fitness tracker che hanno anche funzioni smart.

Leggere ed economiche, le smartband conquistano tutti

Le smartband, oltre a essere leggere e poco ingombranti, sono molto più economiche rispetto agli smartwatch e, proprio per questo motivo, sono molto apprezzate dall’utenza. In questa guida andiamo a vedere le migliori smartband che potete acquistare oggi.

Xiaomi Mi Band 6

Passano gli anni, ma ogni iterazione della Mi Band rimane sempre un best buy. La sesta generazione guadagna un display AMOLED più grande, che arriva a ben 1,56 pollici, e mantiene il comodo sistema di ricarica magnetica. Non manca il cardiofrequenzimetro, il monitoraggio del sonno e dell’ossigenazione del sangue e la resistenza all’acqua fino a 5 ATM.

Xiaomi Mi Band 5

La Mi Band 5 di Xiaomi è la penultima iterazione della famosa smartband di Xiaomi che è stata sin dalla prima versione un vero e proprio successo. Ha fortemente contribuito all’espansione di questo mercato.

Questa versione è molto interessante, sopratutto se pensiamo al prezzo di vendita. Display OLED a colori, comodo cinturino intercambiabile, batteria dall’enorme durata (2 settimane circa), cardiofrequenzimetro e resistenza all’acqua sono i punti di forza di questa smartband. Inoltre, a corredo, abbiamo l’app Mi Fit davvero ben fatta e completa. È inoltre possibile personalizzare le watchfaces. Da sottolineare la presenza del Bluetooth 5.0, una caratteristica da non sottovalutare.

OPPO Band Sport

La Band Sport di OPPO è la diretta antagonista della Mi Band di Xiaomi, grazie all’utilizzo di un display AMOLED da 1,1 pollici. Anche qui abbiamo un comodo cinturino, una batteria dalla buona durata (12 giornia), cardiofrequenzimetro, monitoraggio dell’ossigenazione nel sangue e resistenza all’acqua. Piccolo neo è il sistema di ricarica, infatti deve essere rimossa dal cinturino e posta all’interno del suo caricabatterie.

HONOR Band 6

La Band 6 di Honor è una smartband davvero completa che ha il plus di avere il monitoraggio dell’ossigeno nel sangue (SpO2) e di essere dotata di GPS integrato; caratteristica che la rende un vero e proprio activity tracker. Tra gli altri punti di forza troviamo un display OLED a colori da 1,47 pollici, un comodo cinturino, il cardiofrequenzimetro, un’ottima autonomia e la resistenza all’acqua fino a 50 metri di profondità.

Huawei Watch Fit

A dispetto del nome, non è uno smartwatch ma una smartband con gli steroidi. Tra le principali caratteristiche troviamo un display AMOLED colori da 1.64″, GPS integrato, analisi del sonno con AI e monitoraggio continuo del battito cardiaco, resistenza all’acqua fino a 5 ATM e una buona autonomia.

Amazfit Band 5

Cugina della Mi Band 5 di cui abbiamo parlato sopra, si tratta di un ottimo prodotto, curato e ben realizzato, che grazie alla presenza di un microfono può contare sul supporto ad Alexa. Il display è AMOLED da 1,1 pollici, con quadranti personalizzabili, e non manca il monitoraggio continuo del battito cardiaco e dell’ossigenazione del sangue. Buona l’autonomia, che si attesta intorno ai 15 giorni. Il prezzo è in linea con i competitor.

Garmin Vivosmart 4

Garmin è un’azienda che non ha bisogno di presentazioni ed è una delle regine del mercato dei fitness tracker e activity tracker. La nuova Vivosmart 4 è una piacevole conferma ma forse le manca quel qualcosa in più per distinguersi dalla massa. Il display OLED in bianco e nero, la durata della batteria di 7 giorni e l’impermeabilità fino a 5 ATM non bastano più.

A salvarla troviamo l’analisi del sonno avanzata con il monitoraggio delle varie fasi, un sensore Pulse Os per la visualizzazione della saturazione dell’ossigeno, VO2max ed età fitness per analizzare al meglio il proprio livello di attività. Ottime le funzioni di fitness tracking, rilevamento attività tramite Move IQ, misurazione della frequenza cardiaca al polso, misurazione del livello di stress e notifiche smart.

Considerazioni: quale smartband acquistare?

Partiamo col dire che tutti i prodotti elencati sono davvero ottimi sebbene abbiano tutti pregi e difetti. Nella fascia di prezzo intorno ai 30-40€ la scelte più popolare è Mi Band 6. Sotto ai 30€ si può scegliere una tra Mi Band 5 e Amazfit Band 5. Huawei Watch Fit si posiziona su una fascia di mercato più alta rispetto allo standard delle smartband, ma il principale punto a favore è il display più grande.

Se volete un prodotto di fascia più alta andate su Vivosmart 4, ma non ne consigliamo l’acquisto se non a chi ha necessità di dati molto più precisi rispetto a smartband più economiche.

E voi quale smartband preferite? Fatecelo sapere attraverso i commenti!

Guide