Netflix assume l’ex EA per cominciare a spingere sul reparto videogiochi

Netflix è pronta ad aprire le porte ai videogiochi e lo fa assumendo nel team Mike Verdu.

Si vocifera già da qualche mese, ma ormai ne abbiamo la conferma: Netflix è pronta ad avvicinarsi al mercato dei videogiochi.

Netflix videogiochi

Rapporti recenti affermano che Netflix sta cercando un dirigente per guidare la sua ascesa nel mondo dei videogiochi, con l’obiettivo di offrire un pacchetto abbonamento simile ad Apple Arcade o Xbox Game Pass. Come riportato per la prima volta da Bloomberg, la società di streaming ha assunto Mike Verdu come vicepresidente dello sviluppo del progetto.

Secondo Bloomberg, Netflix potrebbe offrire il catalogo giochi proprio accanto ai suoi altri contenuti in streaming entro il prossimo anno, i giochi verranno elencati come un nuovo genere, proprio come i documentari o i film horror tanto per intenderci, senza addebitare costi aggiuntivi.

Verdu è un ex dirigente che ha esperienza con società di giochi mobili come Zynga, ha gestito EA Mobile per un anno e, più recentemente, ha lavorato presso Facebook acquisendo una serie di sviluppatori di giochi Oculus come BigBox VR, creatore di Population: One.

Nella sua ultima chiamata sugli utili ad aprile, Peters ha dichiarato:

“E certamente, i giochi sono una componente davvero importante per noi… E non c’è dubbio che i giochi diventeranno un’importante forma di intrattenimento e un importante tipo di modalità per approfondire l’esperienza dei fan”.

Le incursioni dei videogiochi in Netflix hanno portato funzionalità interattive come su Black Mirror: Bandersnatch e Carmen Sandiego, oltre a giochi con licenza tra cui un titolo Stranger Things per dispositivi mobili.

Attualmente sono disponibili anche alcuni annunci di lavoro per posizioni che producono e guidano prodotti interattivi, post che non menzionano la parola gioco, ma mostrano la collaborazione con persone che hanno l’esperienza necessaria per aiutare quella divisione a decollare.

Insomma, i videogiochi arriveranno anche sulla piattaforma di streaming, e vedremo come reagirà il publico, ma se volete, potete cominciare ad esprimere il vostro parere qui sotto nei commenti.

News