TikTok comincerà a bannare gli annunci di criptovalute

TikTok dice di no a tutte le sponsorizzazioni che riguardano le criptovalute.

TikTok prende una decisione: niente più sponsorizzazioni  che riguardano le criptovalute sulla piattaforma. Per colpa dei tanti truffatori che si spacciano per guru, invogliandoci ad investire, senza offrire una formazione adeguata.

tiktok ads bitcoin criptovalute

Le restrizioni sono avvenute poco dopo che il governo cinese ha imposto un divieto al “mining” di criptovalute in tutto il paese. Le nuove misure di TikTok avranno un impatto diretto sulle istituzioni finanziarie in buona fede che hanno precedentemente promosso i loro servizi attraverso la piattaforma.

La nuova politica pubblicitaria di TikTok parla di un divieto globale alla promozione del marchio di servizi e prodotti finanziari, inclusi, a titolo esemplificativo, prestiti, carte di credito, servizi di rateazione, piattaforme di trading, criptovalute, cambiavalute e altri.

Fino ad ora, molte aziende specializzate nel trading di criptovalute hanno collaborato con influencer sulla piattaforma, tali blogger erano chiamati “consulenti Fintok”. Hanno pubblicato video in cui invogliano gli utenti ad investire in risorse come Bitcoin e Dogecoin e gli utenti giovani e ingenui del social network, nella loro ricerca per arricchirsi rapidamente, hanno adottato tali video per lanciarsi in questo mondo, senza cercare di capirne le sfumature.

TikTok è diventata l’app non di più scaricata e più redditizia al mondo nella prima metà del 2021; raggiungendo un traguardo di quasi 383 milioni di nuove installazioni e raccogliendo circa $ 919,2 milioni di fondi. È interessante notare che i download sono diminuiti del 38% anno su anno da quasi 619 milioni; il calo è in parte dovuto alla sua rimozione dagli app store indiani; la spesa dei consumatori su TikTok è aumentata del 73% rispetto ai 530,2 milioni di dollari dell’anno precedente.

Con 3 miliardi di installazioni, parliamo della quinta app non di gioco a raggiungere il traguardo che storicamente è stato il privilegio delle app di Facebook. Altre quattro app hanno avuto oltre 3 miliardi di volte da gennaio 2014, e parliamo di WhatsApp, Messenger, Facebook e Instagram.

News