Microsoft rilascia UFFICIALMENTE Windows 11

Finalmente l'attesa è finita: Windows 11 è finalmente disponibile per tutti.

A circa tre mesi dall’annuncio e dopo diverse versioni beta, Microsoft ha finalmente rilasciato per tutti il nuovo sistema operativo Windows 11.

windows 11

L’aggiornamento a Windows 11 sarà completamente gratuito per chi già possiede una licenza di Windows 10, per cui l’aggiornamento arriverà normalmente tramite OTA e sarà raggiungibile recandovi in Windows Update. Per poter aggiornare il vostro PC, però, dovete prima verificare che soddisfi i requisiti minimi.

Requisiti minimi Windows 11

  • Processore da 1 GHz con 2 o più core su un processore a 64 bit compatibile o System on a Chip (SoC)
  • 4 GB di RAM
  • 64 GB di spazio di archiviazione
  • Compatibilità con con UEFI, Avvio protetto
  • Trusted Platform Module (TPM) versione 2.0
  • DirectX 12 o versione successiva con driver WDDM 2.0
  • Schermo ad alta definizione (720p) con diagonale maggiore di 9 pollici, 8 bit per canale di colore.

Nuovo design

Microsoft ha operato un bel cambio di design per Windows 11, innegabilmente ispirato da macOS. La schermata principale di Windows 11 presenta angoli arrotondati su diversi elementi dell’interfaccia, comprese le finestre delle applicazioni, e in combinazione con un nuovo sistema di temi che combina sfondi specifici con colori, il design generale sembra più moderno e meno confuso.

Non mancano nuove icone per tutto il sistema e lo spostamento della barra delle applicazioni verso il centro, in maniera abbastanza simile a quanto avviene con la Dock in macOS. Se però non vi trovata bene, potete ripristinare la posizione del pulsante Start nell’angolo in basso a sinistra. La barra delle applicazioni include collegamenti al browser Edge, nuovi widget, integrazione con Microsoft Teams ed Esplora file. Spariscono i Live Tiles dal menu Start, che ora è stato ridotto e ospita collegamenti ad app e file utilizzati di recente.

Nell’angolo in basso a destra dello schermo, invece, troviamo il nuovo Centro operativo completamente rinnovato, che ospita i controlli del volume, display, Bluetooth, rete e notifiche pop-out.

Cambia anche l’approccio ai “widget”, che ora sono raggiungibili scorrendo dal lato sinistro dello schermo, con una serie di pannelli che includono i “widget” meteo e notizie per impostazione predefinita. Infine, un’altra aggiunte importante in questa versione di Windows è nell’area del multitasking. Gli utenti possono creare più desktop virtuali per diversi set di app. Inoltre, una nuova funzione Snap Assist appare quando il puntatore del mouse passa sopra il pulsante di ingrandimento e offre diversi layout di finestra a cui le finestre delle app possono agganciarsi. Questi layout vengono ricordati da Windows e vengono visualizzati come gruppi di snap nella barra delle applicazioni.

Gaming

Microsoft ha pensato anche agli amanti del settore gaming, infatti Windows 11 ora comprende anche il Game Pass di Xbox, senza dimenticare l’arrivo di DirectX 12 Ultimate, Direct Storage e l’Auto HDR (high dynamic range).

Nuovo Microsoft Store

windows 11 Microsoft Store

Grandi novità anche per il Microsoft Store. Il nuovo app store introduce un nuovo design, ma anche modifiche ai criteri che consentono agli sviluppatori di inviare app Win32 non pacchettizzate, come applicazioni raw .exe e MSI. Microsoft consente inoltre agli sviluppatori di app di utilizzare le proprie reti di distribuzione dei contenuti per l’hosting e gli aggiornamenti delle app, il che significa che gli aggiornamenti delle app non devono più provenire direttamente dal Microsoft Store. Inoltre, Microsoft prevede anche di ospitare store di terze parti nel suo Microsoft Store, incluso un negozio Epic Games, e dovrebbe arrivare anche il supporto per le app Android, per il momento ancora assente.

Windows 11 e Mac

Microsoft ha recentemente smorzato le speranze che Windows sarà in grado di funzionare sui Mac dotati di chip M1, affermando che l’esecuzione di una versione ARM di Windows 11 su Mac M1, tramite virtualizzazione o altro, non è “uno scenario supportato”.

Disponibilità

Windows 11 è da oggi disponibile per tutti i PC che godono dei requisiti minimi per l’aggiornamento. Se non riuscite a vedere l’aggiornamento nelle prime ore è probabile che i server siano intasati a causa dell’alta richiesta, ma sicuramente entro le prossime settimane quasi tutti potranno procedere con l’aggiornamento. Per chi non vuole attendere, Microsoft ha già rilasciato le ISO ufficiali per poter procedere manualmente.

News