Ora è possibile trasferire il proprio backup di WhatsApp da iPhone ad Android!

Ecco come trasferire il backup di WhatsApp su Android da iPhone.

Avete capito bene! Dopo quanto annunciato la scorsa estate, ora WhatsApp permette finalmente di trasferire le proprie chat da iPhone ad Android a patto che possediate uno smartphone con la versione 12 a bordo.

trasferire chat whatsapp android iphone

Google si è messa a disposizione di Facebook aiutare l’azienda a sviluppare la funzione che permetterà finalmente di trasferire il proprio backup di WhatsApp da iPhone ad Android. La procedura è davvero semplice, ma richiede alcuni requisiti fondamentali.

In primis, è necessario che l’iPhone di provenienza sia dotato dell’ultima versione di WhatsApp disponibile su AppStore. Lo stesso vale per lo smartphone ricevente che dovrà inoltre essere mosso da Android 12.

È necessario possedere un cavetto Lightning USB-C per collegare direttamente via cavo i due device. In particolare la procedura è questa:

  • Collegare i due smartphone via cavo
  • Aprire l’app di WhatsApp su Android e avviare la procedura di attivazione
  • Scansionare il QR che appare sullo schermo dello smartphone Android con l’iPhone di provenienza
  • Attendere che la procedura volga al termine

In alternativa al punto 3, qualora dovessero insorgere problemi, c’è un’alternativa. In questo caso dovrete aprire nuovamente WhatsApp su iPhone, recarvi in Impostazioni > Chat > Sposta su Android e procedere con la procedura guidata.

Nel corso della procedura, i nuovi messaggi arriveranno direttamente sul nuovo smartphone Android e non sull’iPhone di provenienza.

In realtà la procedura non è poi così nuova: gli smartphone Samsung con a bordo Android 10 e successivi erano già in grado di farlo. Da ora in poi, come detto in apertura, tutti gli smartphone con Android 12 a bordo potranno beneficiare di questa possibilità.

WhatsApp tuttavia permette di fare il backup delle chat su Google Drive su Android e iCloud su iPhone. Purtroppo non è ancora possibile sfruttare il cloud per effettuare tale procedura. Ci auguriamo che ben presto le cose cambino anche per quel che riguarda i backup automatici.

Guide