Snapdragon 8 Gen 1: si chiamerà così il prossimo processore top di gamma di Qualcomm

Qualcomm cambia nome al processore pensato per i top di gamma che verranno.

Il prossimo 30 di novembre verrà finalmente presentato il nuovo processore Snapdragon 8 Gen 1 di Qualcomm. Si tratta del processore di fascia alta che vedremo sugli smartphone del 2022 che cambia per la prima volta nomenclatura.

Snapdragon 8

Se fino a poche settimane fa vi abbiamo parlato dell’imminente annuncio del nuovo Snapdragon 898, oggi vi confermiamo il lancio del prossimo 30 di novembre, ma non il nome. Qualcomm ha infatti deciso di eliminare alla radice il “problema” che probabilmente avrebbe dovuto affrontare il prossimo anno con la fine della numerazione 800 chiamando il nuovo processore Snapdragon 8 Gen 1.

Con le prossime generazioni, sicuramente Qualcomm parlerà di generazione 2 e così via mantenendo saldo il nome della serie “8”. Si tratta di una scelta che abbiamo già visto nel mondo dei processori per PC come per esempio ha sempre fatto anche Intel.

Le novità riguardano però ben più elementi del marchio. Qualcomm infatti ha deciso di separare il brand Snapdragon attraverso il quale identificherà i prodotti pensati per il mondo smartphone e automotive. Il logo si arricchisce inoltre di nuovi colori rinnovandosi e diventando ancora più attuale. Per i prodotti di fascia alta, rimarrà il color oro. La dicitura 5G è ritenuta dall’azienda ormai superflua: non comparirà più nelle immagini per la stampa.

Tutte queste novità riguarderanno principalmente aspetti estetici per la pubblicità e di nomenclatura. Lo Snapdragon 8 Gen 1 dovrebbe ricalcare quelle che sono le novità che abbiamo già anticipato con i rumor sull’898. Col passare del tempo e la richiesta sempre crescente di prodotti ARM inoltre ci aspettiamo che Qualcomm proponga nuove linee di processori pensati specificatamente per i prodotti che li integreranno.

Snapdragon 8

In ongi caso, il 30 di novembre, vi racconteremo ufficialmente quello che sarà il nuovo processore dell’azienda pensato per il mondo mobile. La speranza è che il chip non disattenda le aspettative considerando che, col passare del tempo, la concorrenza sta cercando in tutti i modi di proporre alternative valide.

News