Recensione Huawei Freebuds Pro: qualità indiscutibile e isolamento top! – VIDEO

Le Freebuds Pro sono le prime cuffie true-wireless in-ear con cancellazione attiva del rumore di Huawei.

Le Huawei Freebuds Pro sono state presentate da pochi giorni e noi abbiamo già avuto modo di testarle per un periodo di tempo sufficiente a capire che la casa cinese è riuscita ad impacchettare un prodotto versatile, di qualità e in grado di offrire un isolamento acustico davvero performante.

Design

Il design delle Freebuds Pro di Huawei pare sicuramente ispirato a quello di altre proposte del mercato, ma in realtà le differenze ci sono, soprattutto per quanto riguarda le cuffie te. Il case è abbastanza grande ma questo assicura anche la presenza di una batteria piuttosto ampia e in grado di garantire ricariche multiple delle cuffiette. Inoltre l’astuccio supporta la ricarica wireless, per quanto non sia tra le più veloci in circolazione. Le cuffiette hanno un’asta squadrata, mentre la zona in cui è situato il gommino è realizzata in forma anatomica per adeguarsi alla maggior parte delle orecchie. Parlando di gommini, nella confezione ne troverete di diversa taglia e il software delle Freebuds Pro – a patto di utilizzarle con smartphone Huawei – vi offrirà anche una pratica soluzione per scegliere le cuffie che calzano meglio nelle vostre orecchie. In questo modo riuscirete ad ottenere il miglior isolamento passivo possibile e anche a migliorare l’immersività durante l’ascolto.

In termini dimensionali, le cuffiette si presentano con dimensioni più compatte rispetto a quelle delle Freebuds 3 originali, con l’asta che si è ridotta a soli 26 mm. Il peso resta contenuto e viene fissato a 6,1 grammi, che nelle orecchie non si sentono affatto.

Caratteristiche

Le Freebuds Pro sono dotate di un sistema di controlli touch-based veramente completo: basterà “schiacciare” le cuffie per attivare il play/pausa e con un’azione prolungata sarà possibile scorrere tra le varie modalità di utilizzo (Awareness, ANC off e ANC on). Chiaramente le modalità ANC non ha bisogno di molte spiegazioni: funziona su quattro livelli differenti (eventualmente impostabili dall’app AI Life) e quando attiva andrà ad isolarvi cancellando automaticamente i rumori nelle vicinanze; l’intervento sarà più o meno pronunciato a seconda del rumore che le cuffie riscontreranno nelle vicinanze. La modalità “Awareness” rappresenta invece una possibilità interessante per indossare le cuffie senza che il mondo esterno venga totalmente insonorizzato. Abbiamo trovato particolarmente utile questa modalità durante l’attività fisica in esterna, ma anche quando vi sono altre persone in nostra presenza e vogliamo comunque riuscire ad ascoltare quello che dicono.  All’interno delle Huawei Freebuds Pro trova spazio il processore Kirin A1, già introdotto lo scorso anno sulle Freebuds 3, che riesce a garantire le prestazioni che ci si aspetta da una cuffia true-wireless.

Ad averci colpito è stato però soprattutto il sistema di controllo della riproduzione delle Freebuds Pro: in primo luogo abbiamo una caratteristica assai rara nel parco delle cuffie true-wireless, ossia la possibilità di controllare il volume con dei tap leggeri sulle cuffiette senza dover ricorrere al telefono o ad un indossabile; troviamo poi la già menzionata funzione “squeeze” per gestire la riproduzione e le modalità di ascolto (o magari per richiamare l’assistente vocale) e infine, ma questo solo sugli smartphone Huawei, troviamo anche la possibilità di rimuovere le cuffie dalle orecchie per interrompere la riproduzione, riprendendola poi appena verranno indossate nuovamente. In aggiunta c’è anche il Bluetooth 5.2 che consente di collegare le cuffie con due terminali simultaneamente, come ad esempio lo smartphone e il PC o l’orologio e il tablet, e lo switch tra i due dispositivi connessi sarà rapido e indolore.

Audio

Dal punto di vista dell’audio non si può che partire dai driver dinamici da 11 millimetri che riescono a garantire una potenza sufficiente a garantire un ascolto cristallino in qualsiasi situazione. In più le Huawei Freebuds Pro utilizzano ben tre microfoni per compensare i rumori esterni con un filtro anti-rumore che riesce a sopprimere fino a 40 dB. La qualità dell’ascolto ci è sembrata sin da subito di ottimo livello, sicuramente ai vertici della categoria delle true-wireless e in particolare dei modelli in-ear tra quelli da noi testati. Gli alti e i medi vengono riprodotti senza sbilanciamenti o distorsioni, mentre i bassi sono piuttosto pronunciati ma non così tanto da diventare fastidiosi. Ottimo anche il livello generale del volume che permette un ascolto tranquillo anche quando l’ambiente è rumoroso… pur non utilizzando la cancellazione attiva del rumore, che però resta pur sempre la migliore opzione e non va a degradare la qualità generale di ascolto.

Batteria

Quando si parla di Huawei non si possono avere dubbi sull’autonomia; e infatti nemmeno le Freebuds Pro ci hanno deluso da questo punto di vista. A livello tecnico le cuffie utilizzano batterie da 55 mAh (una a testa) che riescono a garantire circa 4,5 ore di ascolto con ANC attivo e addirittura 7 ore di riproduzione con ANC disattivato. In più abbiamo anche un case che include una batteria o particolarmente ampia, come dicevamo, da ben 580 mAh che riesce a prolungare l’autonomia generale delle cuffie fino a 20 ore aggiuntive. Insomma, batteria da vendere e per una cuffia true-wireless poter contare su un’autonomia così buona è sicuramente un grande vantaggio.

Per quanto riguarda la ricarica ci si affida al connettore USB-C posto nella parte inferiore dell’astuccio che consente una ricarica fino a 6W, altrimenti è possibile poggiare le cuffie su una base wireless ma in questo secondo caso la velocità di ricarica si fermerà a 2W. Un’opzione interessante per caricare le cuffie è ovviamente rappresentata dalla ricarica inversa dei dispositivi Huawei che ci permetterà così di ricaricare le cuffie senza bisogno di basette, cavi e prese. Molto comodo.

Conclusioni

Le Huawei Freebuds Pro sono un prodotto completo, affidabile e che punta a soddisfare l’utente in ogni situazione di utilizzo, grazie ad un’infinità di modalità, controlli e personalizzazioni che le renderanno uno di quei prodotti da tenere sempre in tasca, soprattutto se avete un dispositivo Huawei con cui l’integrazione è innegabilmente più completa. Anche con altri dispositivi Android, nonché con iOS, le cuffie si rivelano un ottima soluzione per chi è alla ricerca di una cuffia senza fili e con isolamento attivo.

Non ci sono veri difetti in questo prodotto e infatti in questi giorni di prova ne siamo rimasti piacevolmente colpiti. Rispetto al passato e ai precedenti modelli della serie Freebuds, le Freebuds Pro fanno quel salto in avanti che dimostra tutto l’impegno profuso dall’azienda cinese nel suo ecosistema di accessori.

Le Freebuds Pro di Huawei sono ora disponibili per l’acquisto al prezzo di 179€ nelle colorazioni Ceramic White, Silver Frost e Carbon Black.

9

Pratiche, affidabili e soprattutto adattate a qualsiasi situazione. Le Huawei Freebuds Pro rappresentano un’ importante evoluzione riaspetto a tutto ciò che la famiglia Freebuds abbia proposto fino ad oggi. Un prodotto di qualità al giusto prezzo e con un’integrazione software impareggiabile nel mondo Android.

  • Design
    9
  • Qualità audio
    9
  • Isolamento
    9
  • Caratteristiche software
    9
  • Autonomia
    9
Recensione